Su Alfie meglio Nek dell'arcivescovo di Liverpool

Camillo Langone

Il tweet del cantante e le parole pro-death del cattolico che parteggia per chi toglie l’ossigeno ai bimbi malati

Confesso di essermi vergognato di Nek, in passato. Dovendo difendere un’immagine di ascoltatore di Brad Mehldau, Jon Hopkins, Nine Inch Nails, “Lascia che io sia” la ascoltavo in macchina solo quando non avevo passeggeri. Mi costa qualcosa confessare un comportamento così meschino ma lo devo a Filippo Neviani (suo nome anagrafico) dal momento in cui ha digitato il seguente tweet: “Alfie questo minuscolo bambino sta dimostrando che la vita non appartiene agli uomini e che non siamo noi a decidere quando poterla terminare!!”.

 

  

Bisognerebbe piuttosto vergognarsi per l’arcivescovo di Liverpool, il cattolico pro-death che parteggia per chi toglie l’ossigeno ai bimbi malati, l’ipocredente a cui tanti fratelli si sono appellati affinché si ravveda… Io non firmo ma prego, io non mi appello a un uomo ma chiedo a Dio che si realizzi presto Apocalisse 3,16: “Poiché sei tiepido sto per vomitarti dalla mia bocca”. Nel frattempo ascolto “non andare via / accorciamo le distanze”, a tutto volume perché adesso non mi nascondo più.

Di più su questi argomenti:
  • Camillo Langone
  • Vive a Parma. Scrive sui giornali e pubblica libri: l'ultimo è "Eccellenti pittori. Gli artisti italiani di oggi da conoscere, ammirare e collezionare" (Marsilio).