cerca

Passeggiate romane

Alternative fiacche

Più che cambiare governo, nel Pd (dove non temono le mosse di Renzi) s’avanza l’idea di cambiare i ministri

19 Maggio 2020 alle 06:12

Alternative fiacche

Nicola Zingaretti (foto LaPresse)

Prima è stato il governo Draghi. Poi per una breve parentesi si è approdati al governo Colao. Quindi si è tornati a Draghi. Dopodiché una volta capito che Giuseppe Conte sarebbe rimasto saldo in sella a palazzo Chigi si è cominciato a parlare di rimpasto. Ma chi vorrebbe veramente cambiare qualche poltrona nell’esecutivo? Nessuno, a parte chi, nei pentastellati, ma, soprattutto nel Pd, è rimasto fuori dal governo e spinge per andarci, o, meglio, per tornarci, perché sono gli ex...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi