cerca

Prove di Lega in doppiopetto

A Pontida, si cambia. Atlantisti da sempre. Euroriformisti: “Non vogliamo sfasciare l’Europa”. E chi dice Italexit? “Parla a titolo personale”. La voglia di riscossa e di dar voce all’Italia del fare. Girotondo leghista

16 Settembre 2019 alle 10:23

Prove di Lega in doppiopetto

Matteo Salvini tra Luca Zaia e Attilio Fontana sabato scorso a Milano all’assemblea degli amministratori e governatori della Lega (LaPresse)

“È più bello vincere in rimonta”, Matteo Salvini lo dice ai suoi. E a se stesso. Un attimo prima di salire sul palco di Pontida, gli scorrono davanti agli occhi le Pontide della sua vita, come in un album di istantanee. Quella appena conclusa però ha un sapore diverso: il leader vincente ha perso la battaglia per il voto anticipato. S’inaugura così la “fase 2”.   “Ci siamo isolati troppo”, dichiara Andrea Crippa, vicesegretario della Lega e fedelissimo del Capitano:...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Annalisa Chirico

Classe 1986. Dottorato in Teoria politica alla Luiss Guido Carli, apprendistato pannelliano e ossessione garantista. Scrive di giustizia, politica e donne. "Siamo tutti puttane - Contro la dittatura del politicamente corretto" è il titolo del suo bestseller. Sul suo profilo Facebook si legge la seguente frase: "La mente è la mia chiesa, i tacchi il mio paracadute". Presiede Fino a prova contraria - Until proven guilty, il movimento cool per una giustizia giusta ed efficiente.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • carlo.trinchi

    19 Settembre 2019 - 20:08

    Ma dai. Salvini va in Russia e da politico al governo ci dice che li sta bene. Va in America dove scherzano poco e Pompeo lo tiene in quarantena per poi scaricarlo ad occasione a venire. Ha fatto il ministro dell’interno come fosse all’Ambra jovinelli. Insulti all’Europa come fosse all’osteria. Cavalca la vulgata e zero di economia. Se si metterà il doppiopetto sarà un bene per lui e per noi perché non saremo costretti, insieme al resto del mondo, a rimetterlo in quarantena. “Salvini: si può sbagliare una volta, forse due ma poi le possibilità di ricorso al popolo diventano patetiche, anche perché non si saprebbe più che minchia dire. Ci rifletta”.

    Report

    Rispondi

  • kriszt49

    16 Settembre 2019 - 17:05

    Il passo falso di Matteo Salvini stavolta è stato perdonato dai suoi, s'è visto come ha risposto Pontida ieri. Lui, andrà avanti, essendo la macchina del consenso in tutta Italia non solo al Nord. I veri protagonisti però, più che il Capitano, durante l'evento mi sembravano i gioielli di famiglia della Lega, il "Doge" Luca Zaia Governatore del Veneto e Attilio Fontana Governatore della Lombardia che amministrano le regioni più ricche d'Italia se non dell'Europa. Hanno affiancato il leader durante tutto il suo discorso e l'hanno sostenuto anche nei propri interventi. Sono loro la garanzia assieme a Giancarlo Giorgetti e Roberto Maroni contro una deriva antieuropeista ed estremista del Partito. Saranno col fiato sul collo di Matteo Salvini e penso che un altro passo falso non gli sarà concesso. kriszt49

    Report

    Rispondi

  • fnctss

    16 Settembre 2019 - 15:03

    Questi nazipop sono spudoratamente ridicoli. Un grazie speciale alla Chirichessa per averceli mostrati così come sono, senza trucco.

    Report

    Rispondi

  • guido.valota

    16 Settembre 2019 - 15:03

    (Non) sarebbe interessante sentire anche Borghi e Bagnai sugli stessi argomenti. Vediamo se indovino: magari risponderebbero a loro volta che Crippa, Fontana, Centinaio e Molinari parlano a titolo personale. La Lega sta praticando troppo e da troppo tempo la tecnica poliziotto buono / poliziotto cattivo. In un partito leninista dove il capo comanda e gli apparatchik eseguono.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi