cerca

L'inferno di Grillo

Comico che non fa ridere, politico che non comanda. Il fondatore del M5s condannato dalla legge del contrappasso: sale sul palco ed è fischiato da quel popolo di incazzati che ha aizzato per anni

Luciano Capone

Email:

capone@ilfoglio.it

17 Marzo 2019 alle 06:00

L'inferno di Grillo

Beppe Grillo (foto LaPresse)

La nemesi di Beppe Grillo si manifesta il 12 febbraio scorso, a Bologna, nella città dove 12 anni prima c’è stato l’evento fondativo del Movimento: il V(affanculo)-Day. Grillo non torna in piazza, nella sua veste di politico, ma a teatro in quella di comico per una tappa del suo nuovo spettacolo “Insomnia”. A un certo punto parte la contestazione: fischi, insulti, striscioni sulla “libertà di scelta” sui vaccini. Sono No Vax che per anni si sono nutriti delle bufale e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Luciano Capone

Luciano Capone

Sono cresciuto in Irpinia, a Savignano. Sono al Foglio da 12-13 anni, anche se il Foglio non l’ha mai saputo, da quando è diventato la mia piacevole lettura quotidiana. Dal 2014 sono sul Foglio e stavolta lo sa anche il Foglio. Liberista sfrenato, a volte persino selvaggio.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lucafum

    17 Marzo 2019 - 18:06

    Ah, difficile ed ingrato il mestiere di stregone.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    17 Marzo 2019 - 13:01

    Non capisco tanta critica ( acida) ai 5S ,in fondo sono la lapidariia immagine dell'Italia dell'8 settembre ,dell'Italia eterna voltagabbana. La nazione europea che per gli sghignazzi dei campanili è divenuta nazione unitaria solo perchè uno staterello a guida di una dinastia di provincialotti ha pagato un super generale mercenario ( Garibaldi si muoveva solo a pagamento , la foglia di fico del soldo ai suoi soldati) per conquistarla .Garibaldi partì da Marsala e consegnò il Sud conquistato ,manco fosse il suo padrone ,all'odiato Piemonte che spezzo le reni ai sudisti..La questione meridionale nacque per questo. Garibaldi grande italiano o grande paraculo?

    Report

    Rispondi

  • guido.valota

    17 Marzo 2019 - 07:07

    Ma come mi dispiace. E siamo solo all’inizio.

    Report

    Rispondi

Servizi