cerca

Grillo è il Mariotto Segni del genere comico-politico

Vincere al lotto e perdere il biglietto. Il comico non conta più un tubo

24 Aprile 2019 alle 19:30

Grillo è il Mariotto Segni del genere comico-politico

Beppe Grillo (foto LaPresse)

Grillo è il Mariotto Segni del genere comico-politico. Col tempo ci si è abituati a considerare Mariotto Egalité, come lo chiamava il suo amico Cossiga, per quel che è e vale come gentiluomo isolano e aristocratico della politologia. Lo merita. Ma tutti ricordano che dopo il famoso referendum sulla preferenza unica, e la strabordante vittoria della sua posizione di attacco al sistema dei partiti nella Repubblica morente, Segni fu definito, e non a torto, come quel politico che aveva vinto...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuliano Ferrara

Giuliano Ferrara

Ferrara, Giuliano. Nato a Roma il 7 gennaio del ’52 da genitori iscritti al partito comunista dal ’42, partigiani combattenti senza orgogli luciferini né retoriche combattentistiche. Famiglia di tradizioni liberali per parte di padre, il nonno Mario era un noto avvocato e pubblicista (editorialista del Mondo di Mario Pannunzio e del Corriere della Sera) che difese gli antifascisti davanti al Tribunale Speciale per la sicurezza dello Stato.

Leggi il curriculum dell'Elefantino scritto dall'Elefantino

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • stearm

    25 Aprile 2019 - 14:02

    Ha fatto più danni Zagrebelski di Grillo.

    Report

    Rispondi

  • carlo.trinchi

    24 Aprile 2019 - 20:08

    Direttore, Grillo ritorna e lo farà alla grande. Doveva lasciare la mano dei pupi, farli provare fu una necessità. La scena tornerà sua. I padri non muoiono mai. Specialmente quei padri che i figli li creano a tavolino con la gomma pane.

    Report

    Rispondi

Servizi