cerca

Antonio Tasso e il garantismo grillino a orologeria

Era stato espulso dal M5s perché condannato in primo grado e poi prescritto. A luglio ha ottenuto, in gran silenzio, la tanto agognata riammissione

11 Settembre 2018 alle 06:00

Antonio Tasso e il garantismo grillino a orologeria

Antonio Tasso (foto via YouTube)

Roma. Finge dispiacere, quando gli si chiede conferma (“Ah, già lo sapete?”), ma solo perché, dice, “ci tenevo a tenerla riservata ancora un po’, la notizia”. Ma si sa, in Transatlantico le voci corrono. E allora Antonio Tasso, deputato classe ’57, nato a Manfredonia, superato l’imbarazzo iniziale si scioglie in un sorriso di contentezza: “Sì, è vero, mi reintegrano nel Movimento”. Era stato candidato dal M5s nell’uninominale di Cerignola in vista del 4 marzo; poi, a dieci giorni dal voto,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • guido.valota

    11 Settembre 2018 - 22:10

    La banda degli honesti.

    Report

    Rispondi

Servizi