La politica del beduino

L’istinto suicida di chi si getta coi 5 stelle per fare male a Renzi
La politica del beduino

Il premier Matteo renzi (foto LaPresse)

La politica del beduino rischia di travolgere l’ultimo lacerto di sensatezza rimasto sul proscenio dei partiti impegnati in vista dei ballottaggi per le comunali, e nell’attesa del referendum-ordalia di ottobre sulle riforme costituzionali del governo Renzi. Il centrodestra diviso e acefalo – con un Cav. gagliardo e fatalista, il cuore offeso, stanco e acquartierato come a esprimere uno sdegno di fine secolo – mostra di giorno in giorno d’aver introiettato la logica nichilista del deserto: il nemico del mio nemico...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi