cerca

Quella sull'ergastolo ostativo è una sentenza giusta

L’Europa fa bene a ricordare che ogni delinquente è potenzialmente capace di miglioramento grazie a interventi di tipo rieducativo

10 Ottobre 2019 alle 06:17

Quella sull'ergastolo ostativo è una sentenza giusta

La corte europea diritti umani (foto LaPresse)

Il tema dell’ergastolo cosiddetto ostativo pone sul tappeto questioni complesse e controverse, rispetto alle quali le opinioni si contrappongono non solo nell’orizzonte politico e nella pubblica opinione, ma persino all’interno della stessa magistratura. E’ giustificato o no che i condannati all’ergastolo per gravi reati di criminalità organizzata (politica o terroristica) possano accedere ai benefici penitenziari, e infine alla liberazione condizionale, soltanto a condizione che collaborino con la giustizia? Un interrogativo come questo, oltre a riguardare l’interpretazione delle norme costituzionali e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giovanni Fiandaca

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • arsenio

    11 Ottobre 2019 - 14:02

    l italia è sempre il paese dove tutto è permesso!! chi uccide deve morire in carcere!! l italia è il paese dei balocchi: se delinqui non paghi o paghi poco!! in America c è la pena di morte in alcuni stati x chi uccide, e in altri entri e non esci mai piu se non da morto x vecchiaia!! imparate italiani ,perchè vi lamentate sempre ma niente vi va mai bene!!

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    10 Ottobre 2019 - 16:04

    A me sto fatto che la giustizia penale in Italia sia retributiva non suona.Per come è intesa dai pm ( per fortuna non da i giudici) in particolare di scuola Davigo è distributiva. Insomma 'chicojo cojo ' e i cocci sono i suoi.Poi vedemo ,forse e se .A volte per vedere passano anche 20 anni e più .Poichè i magistrati inquirenti non sono perseguibili per i loro errori bisognerebbe depenalizzare il reato di "esercizio abusivo delle proprie ragioni" legittimando a chi è stato vessato e danneggiato da un pm di bastonare il medesimo posto che la legge non consente la rivalsa in termini giuridici.

    Report

    Rispondi

  • luigipif

    10 Ottobre 2019 - 11:11

    Letto l'articolo ne traggo l'impressione che non sia l'ergastolo ostativo da cancellare ma la Costituzione da modificare ove lo renda inapplicabile

    Report

    Rispondi

  • albertoxmura

    10 Ottobre 2019 - 11:11

    Inutile girarci intorno: usare un aggravio di afflizione in cambio di confessione o rivelazione d'informazioni è esattamente il principio su cui si fonda il ricorso alla tortura.L'ergastolo ostativo e il 41 bis (così come Guantanamo) ricorrono a questo principio e vanno considerate come forme mascherate di tortura. Non c'è reato o fenomeno criminale così grave da giustificare una deroga ai diritti umani fondamentali e, in particolare, da giustificare il ricorso più o meno mascherato alla tortura, cioè alla sofferenza come mezzo per indurre un imputato a collaborare. Lo scopo della pena è altro secondo la nostra Costituzione e sarebbe altro persino se si adottasse una veduta strettamente retributiva della Giustizia penale.

    Report

    Rispondi

Servizi