cerca

Gli eccessi dell’ideologia green

Macron vuole più rinnovabili e meno nucleare, ma occhio al fabbisogno

28 Novembre 2018 alle 06:00

Gli eccessi dell’ideologia green

Impianto eolico in Borgogna (foto Wikimedia)

Il nucleare, in Francia, è un orgoglio nazionale. Assieme al Tgv, è il simbolo più nitido della grandeur e della spinta modernizzatrice impressa da generale De Gaulle, il padre della Quinta Repubblica. Ma da ieri, quello che fino a qualche anno fa era considerato come un santuario inscalfibile della potenza industriale esagonale è sul banco degli imputati. Il presidente francese, Emmanuel Macron, nel quadro della presentazione del Programma pluriennale per l’energia (Ppe), ha confermato che la quota nucleare verrà ridotta...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    29 Novembre 2018 - 23:11

    Chissà perché mi scappa di pensare come mai fu italiana la scoperta di quell'energia nucleare che or move il mondo e..,; e chissà come mai poi fu solo italiana l'idiozia masochista di far costruire da altri e a caro prezzo ottime centrali nucleari senza mai farle funzionare, e chissà come mai, di conseguenza, dover comprare l'energia elettrico-nucleare dalla Francia, sempre a caro prezzo e dover esserne così felici… Forse avete ragione voi foglianti, ad essere così anti-populisti: perché su quel fatale frontone andrebbe aggiunto, sempre a carattere cubitali: VN POPOLO D'IMBECILLI. Amen.

    Report

    Rispondi

Servizi