cerca

Io e Mia. Ma non solo

L’autobiografia di Woody Allen: delizie e aneddoti (la cucina per far colpo sulle ragazze) oltre alle note faccende

25 Marzo 2020 alle 06:00

Io e Mia. Ma non solo

(foto LaPresse)

Non è che avete comprato il libro per leggere solo di queste faccende?”. Il dubbio viene a Woody Allen, quando in “A proposito di niente” comincia a profilarsi la figura di Mia Farrow. Si presenta con una lettera da piccola fan, che si chiude con “molto semplicemente, ti amo”. dichiarazione lusinghiera anche per un regista già famoso, vagamente ispirata al biglietto che Ingrid Bergman scrisse a Roberto Rossellini (ne uscirono film per cinefili estremi, quelli girati da Woody Allen con...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Mariarosa Mancuso

Critica cinematografica, ha studiato filosofia e ha cominciato a occuparsi di cinema per le radio della svizzera italiana. Lavora per Il Foglio sin dai primi numeri e ha tradotto i racconti di Edgar Allan Poe. Ha raccolto le recensioni di un anno di lavoro in un libro del Foglio che ha preso il nome dalla rubrica del sito, Nuovo cinema Mancuso. Nel 2010 Rizzoli ha aggiornato e ristampato Nuovo cinema Mancuso, con la partecipazione di Giuliano Ferrara e Aldo Grasso.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi