Grazie a Emmanuelle Seigner che ci spiega che il sesso è soprattutto questione di sfumature culturali

L'attrice, moglie di Roman Polanski, critica il bigotto modello americano. Che non è esportabile in un continente, come l'Europa, che ha goduto del libertinaggio

23 Gennaio 2018 alle 16:24

Grazie a Emmanuelle Seigner che ci spiega che il sesso è soprattutto questione di sfumature culturali

Emmanuelle Seigner (foto LaPresse)

Ho un nuovo motivo di gratitudine verso Emmanuelle Seigner, oltre a certe scene di “Luna di fiele” e di “Venere in pelliccia” su cui non mi soffermo altrimenti perdo il filo. Nel commentare la polemica fra le sostenitrici del metodo #Metoo e le emule dell’appello di Catherine Deneuve, la Seigner ha dichiarato in conferenza stampa che il bigotto modello americano non è esportabile in Europa, poiché in questo continente abbiamo goduto del libertinaggio: una corrente filosofica che fra Sei e Settecento ha portato avanti parallelamente la libertà di pensiero e la libertà del corpo, gettando le basi della società moderna ai cui diritti ci siamo felicemente abbeverati prima di lasciarci invadere dal puritanesimo d’oltreoceano. A parte che un’attrice che cita Choderlos de Laclos mi sembra più credibile di una che agita pugni o incita alla rivoluzione su Twitter, le parole della Seigner sono importanti perché sanciscono ciò che nessuno ha ricordato in questi mesi di caccia agli streghi (di cui lei sa qualcosa, essendo sposata a Roman Polanski): flirtare o scopare in una nazione libertina è molto diverso dal flirtare o scopare in una nazione puritana, ragion per cui nessun criterio universale potrà valere globalmente per giudicare un qualche atto erotico, perché il sesso fra esseri umani è soprattutto questione di sfumature culturali. Se fosse solo legge naturale, saremmo bestie. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    11 Marzo 2018 - 17:05

    Qualche anno fa un giovane insegnante inglese e una giovane studentessa minorenne si innamorarono. Sapendo ciò che rischiavano secondo le leggi del loro paese fuggirono in Francia. Le inviperite autorità inglesi chiesero alla polizia francese che arrestassero i due e glieli consegnassero. Le autorità francesi risposero che i due erano consenzienti e la giovane sebbene minorenne era già in età di poter decidere autonomamente e che in Francia non si puniva l'amore. Fui orgoglioso della Francia, allora. Non so se lo sarei ancora.

    Report

    Rispondi

  • iauthorize7

    23 Gennaio 2018 - 22:10

    Il modello americano è sbarcato da mo' in Europa. Macron vuole leggi contro le "molestie" in strada... ed è solo l'ultima orrida, illiberale e fascista sparata di un europeo sul rapporto intimo e delicato tra maschi e femmine. Secoli di battaglie per i diritti di tutti (condotte a rischio anche della vita, perlopiù di maschi) spazzati via in pochi decenni da questi paladini del nulla.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni Attinà

    23 Gennaio 2018 - 18:06

    Infatti il bigotto mondo Usa si scatena sotto le coperte; in pubblico solo pubbliche virtù, salvo denunciare le violenze con anni e anni di ritardo per la carriera.

    Report

    Rispondi

  • perturbabile

    23 Gennaio 2018 - 18:06

    Non si comprende perchè il sesso - come la libidine che lo alimenta - non sia un fenomeno naturale. Il suo presupposto, la pubertà che attraverso modificazioni fisiche e biochimiche rende idoneo l'organismo a sentire ed esercitare attrazione e maturo per il concepimento, è un'evento pertinente alla fisiologia. Come i meccanismi alla base della fame, della sete, della sazietà, del ritmo sonno-veglia, ecc. Tali aspetti sono similmente operanti nei Mammiferi: quindi siamo sí, delle bestie. L'umano ha in genere un'identità sessuale definita, un bioritmo del desiderio abbastanza preciso, un'attrattiva poco variabile verso i caratteri sessuali secondari dell'altro genere: tutti fenomeni naturali piuttosto che culturali. Sí dovr. dire 'il sesso tra e. u. è soprattutto questione di legge naturale'. Che ha lo scopo della propagaz. del genoma dei due nell'ambito della cont. della specie. Le 'sfumature culturali' riguarderebbero più il 'guidizio sul sesso' potendo esso sí, differ. tra comunità.

    Report

    Rispondi

    • iksamagreb@gmail.com

      iksamagreb

      06 Febbraio 2018 - 22:10

      Bravo, concordo. Scientificamente ineccepibile. Lasciar fare alla natura, che ci ha dotati dei sensi del gusto e del tatto, altrimenti ci saremmo estinti con Adamo ed Eva. Perciò sto gran polverone è solo problema di soddisfare i sensi: donne in-sod-dis-fat-te. Insistere - insistere - insistere. E chiusa la questione.

      Report

      Rispondi

Servizi