cerca

Speranze e delusioni del nuovo secolo americano

Il presidente della speranza e quello della "carneficina americana" parlano nello Studio Ovale alcuni giorni dopo le elezioni del 2016 (foto Pete Souza)

Lo storico Bacevich piace ai nazionalisti e agli ultrà di Bernie, ma a una lettura attenta delude tutti gli adulatori. Storia di un conservatore atipico

Commenta

Seguici su Flipboard

In Primo Piano

La lotta per l'audience nell'era della polarizzazione

I media politici parlano molto di divisione tra destra e sinistra, ma si dovrebbe parlare della differenza tra consumatori interessati e disinteressati alle notizie politiche, scrive Ezra Klein

Ezra Klein, maestro del giornalismo spiegato, ha scritto un libro sull'ossessione per ciò che ci divide. E i media, spesso, sono parte del problema

Commenta

Il fossato dei diritti civili che separa le due Americhe

Lyndon Johnson firma il Civil Rights Act del 1964, alla presenza di Martin Luther King Jr. (foto di Cecil Stoughton, White House Press Office)

il pensiero dominante

Il fossato dei diritti civili che separa le due Americhe

Il conservatore Caldwell ritrova nelle buone battaglie degli anni Sessanta l'origine di un conflitto insanabile. Appunti per un dibattito sul presente

Commenta

Meno non è più. Le aporie dell'ideologia minimalista

Chi è cresciuto negli anni Duemila ha interiorizzato l'ideale minimalista

il pensiero dominante

Meno non è più. Le aporie dell'ideologia minimalista

Un giovane critico, minimalista "di default", smaschera le insidie del mantra "less is more", una ricetta conformista travestita da liberazione

Commenta

Riformare il carcere riconvertendo l'umano

(foto Unsplash)

il pensiero dominante

Riformare il carcere riconvertendo l'umano

Da detenuti a persone dotate di identità e responsabilità. Una rivoluzione "antropologica" per fermare la recidiva e arginare la carcerazione di massa

Commenta

Le quattro scuole della politica estera americana

Nel libro "Special Providence", pubblicato nel 2001, il politologo Walter Russel Mead ha individuato i quattro impulsi che guidano la politica estera americana (foto Reuters)

il pensiero dominante

Le quattro scuole della politica estera americana

Il posto di Donald Trump nello schema fondato sul conflitto fra Jackson, Jefferson, Hamilton e Wilson. Ripasso per capire il mondo post Suleimani

Commenta

La demoralizzazione della civiltà occidentale

Conosciuta dagli amici come Bea Kristol, Himmelfarb ha passato la sua carriera a illuminare e conservare le virtù dell'età vittoriana, disprezzate dai critici rivoluzionari di ogni genere

il pensiero dominante

La demoralizzazione della civiltà occidentale

La storica Gertrude Himmelfarb, scomparsa di recente, ha affisso l'interpretazione del presente a una sola idea: l'oblio delle virtù borghesi

Commenta

L’incarnazione e il mistero del male, in una notte

Nella rappresentazione del censimento di Betlemme di Pieter Bruegel (1566), Giuseppe e Maria si confondono fra la folla che s’agita nel paese. Il mondo è troppo indaffarato per occuparsi di loro

Il pensiero dominante

L’incarnazione e il mistero del male, in una notte

La meditazione della filosofa e santa Edith Stein sull’incanto del Natale, indossolubilmente legato alle tenebre del mondo. La grazia e il martirio

4commenti

Soros e Koch finanziano il disimpegno americano

"La bandiera americana non è stata piantata sul suolo straniero per conquistare nuove terre, ma per il bene dell'umanità", recita un manifesto del 1900 per la rielezione di William McKinley

il pensiero dominante

Soros e Koch finanziano il disimpegno americano

I nemici-amici lanciano un think tank per scardinare il modello del "secolo americano". Lo strano sodalizio tra fautori del restraint di destra e sinistra

Commenta

L'eterna lotta concettuale fra il progetto e il sistema

Tramontata la dialettica fra progetto e sistema, rimane soltanto la guerra per la titolarità dei progetti. Nella foto, il trittico del "Giardino delle Delizie" di Hieronymus Bosch

il pensiero dominante

L'eterna lotta concettuale fra il progetto e il sistema

Per il giurista Kahn la faglia di frattura della modernità è fra chi crede nei progetti e chi osserva i sistemi. I "progettisti" hanno vinto, ed è un problema

Commenta

La lezione di Brandeis contro gli eccessi di big tech

I signori delle ferrovie spadroneggiano nel Senato del "Rail-road States of America" in un vignetta di Thomas Nast del 1886

il pensiero dominante

La lezione di Brandeis contro gli eccessi di big tech

La lotta ai monopoli non vive di sole ragioni economiche. La libertà dell'individuo è il cuore del problema, diceva il giudice americano un secolo fa

Commenta

I danni collaterali della guerra più umana di sempre

La "guerra perpetua" con i droni, attività che minimizza rischi e vittime civili, è l'espressione tecnologica più compiuta dell'ideale ottocentesco di conflitti sempre più umani e regolamentari

il pensiero dominante

I danni collaterali della guerra più umana di sempre

Limitare gli orrori bellici è nobile, ma se il progresso avesse alimentato i conflitti? Tesi contrarian di un giurista americano, sulle orme di Tolstoj

Commenta

Multimedia

Servizi