cerca

L’Oms non è Pechino

Un’agenzia non indipendente è un problema di tutti, non solo di Taiwan

31 Marzo 2020 alle 20:20

L’Oms non è Pechino

Il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom (foto LaPresse)

“L’Organizzazione mondiale della sanità prenderà in considerazione l’ingresso di Taiwan nell’istituzione?”, domanda Yvonne Tong, reporter dell’emittente di Hong Kong Rthk, a Bruce Aylward, assistente del direttore generale dell’Oms nonché capo della task force che andò in missione in Cina circa un mese fa. L’intervista si svolge via Skype, e dopo la domanda su Taiwan seguono lunghissimi secondi di imbarazzato silenzio. “Pronto?”, dice la giornalista. “Scusa, non ho sentito la domanda”, replica Aylward. “Okay, gliela ripeto”. “No no, andiamo avanti”. “E’...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Redazione

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    01 Aprile 2020 - 15:47

    Al direttore - L'indipendenza politica dei cosiddetti "organismi indipendenti" è favola per bambini ritardati. Anche lOnu è condizionata, gestita secondo i rapporti di forza, la somma di quelli economici e militari, attualmente in essere concretamente. Quelli del "come dovrebbero essere" è flatus vocis impotentium. Dura veritas sed veritas. Doveroso, necessario, parlarne, discuterne. Ma tutto sfocia nella lotta politica. Cioè nella lotta tra rapporti di forza. Non è possibile bypassarla con gli appelli morali e democratici. EU docet.

    Report

    Rispondi

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    01 Aprile 2020 - 14:51

    Al direttore - L'indipendenza politica dei cosiddetti "organismi indipendenti" è favola per bambini ritardati. Anche lOnu è condizionata, gestita secondo i rapporti di forza, la somma di quelli economici e militari, attualmente in essere concretamente. Quelli del "come dovrebbero essere" è flatus vocis impotentium. Dura veritas sed veritas. Doveroso, necessario, parlarne, discuterne. Ma tutto sfocia nella lotta politica. Cioè nella lotta tra rapporti di forza. Non è possibile bypassarla con gli appelli morali e democratici. EU docet.

    Report

    Rispondi

Servizi