"La Profezia dei due Papi", l'horror che a Hollywood se lo sognano

Camillo Langone

Non sa cosa perde chi cerca la catarsi in thriller e noir

Guardatevi pure “Halloween” di David Gordon Green, leggetevi pure “The outsider” di Stephen King, io i brividi li ricavo dalla “Profezia dei due Papi” di Saverio Gaeta (Piemme). Di notte nel mio lettuccio leggo questa silloge di visioni, spesso ricevute da persone canonizzate o beatificate e perciò non liquidabili con un’alzata di spalle, e mi viene la pelle d’oca. Il sottotitolo è “Rivelazioni sulla fine della Chiesa ai tempi di Benedetto e Francesco” ed ecco un horror che a Hollywood se lo sognano. “Ognuno dei presenti si trasse dal petto un idolo diverso, se lo mise dinanzi e lo adorò”. “Vidi un feroce e oscuro popolo violentemente irrompere”. “Molti sacerdoti e suore in piazza San Pietro squartati”. “Gli uomini che stanno al vertice della Chiesa hanno detto no a Gesù e alla Madre sua, perché servi di Satana”. “Roma perderà la fede e diventerà la sede dell’Anticristo”. “Quello che ancora allontana un po’ il male è il papa Benedetto. Quando il papa Benedetto morirà povera umanità”. Eccetera. Non sa cosa perde chi cerca la catarsi in thriller e noir.

Di più su questi argomenti:
  • Camillo Langone
  • Vive a Parma. Scrive sui giornali e pubblica libri: l'ultimo è "Eccellenti pittori. Gli artisti italiani di oggi da conoscere, ammirare e collezionare" (Marsilio).