cerca

Il Cav. sogna “l’unità profonda della nazione”

Il 25 aprile 11 anni dopo Onna (“è la festa di tutti”), i fondi del Mes (“il nostro voto sarebbe favorevole”), la forza dell’Ue (“sì Recovery fund, stop no euro”), la linea Draghi e la lentezza del governo per il dopo. Chiacchierata con Silvio Berlusconi

Claudio Cerasa

Email:

cerasa@ilfoglio.it

25 Aprile 2020 alle 06:00

Il Cav. sogna “l’unità profonda della nazione”

Silvio Berlusconi nel 2009 a Onna per le celebrazioni del 25 aprile (Foto LaPresse)

Era il 25 aprile di undici anni fa quando Silvio Berlusconi, allora presidente del Consiglio, si presentò con un fazzoletto tricolore a Onna – in una delle città abruzzesi più martoriate dal terremoto, che 64 anni prima fu teatro di una strage di civili fatta dalla Wehrmacht in ritirata – e in un discorso che passò alla storia disse che i tempi erano ormai maturi per affermare un’idea precisa: la Resistenza deve essere riconosciuta come “un valore fondante della Costituzione”,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Claudio Cerasa

Claudio Cerasa

Nasce a Palermo nel 1982, vive a Roma da parecchio tempo, lavora al Foglio dal 2005 e da gennaio 2015 è direttore. Ha scritto qualche libro (“Le catene della sinistra”, con Rizzoli, “Io non posso tacere”, con Einaudi, “Tra l’asino e il cane. Conversazione sull’Italia”, con Rizzoli, “La Presa di Roma”, con Rizzoli, e "Ho visto l'uomo nero", con Castelvecchi), è su Twitter. E’ interista, ma soprattutto palermitano. Va pazzo per i Green Day, gli Strokes, i Killers, i tortini al cioccolato e le ostriche ghiacciate. Due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • lupimor@gmail.com

    lupimor

    26 Aprile 2020 - 15:08

    Al direttore - Fonti di AN d'allora. Relata referro. Gianfranco Fini sbottò: "Se non ce lo leviamo di torno, ci toglierà ogni spazio politico, subalterni a vita. Piace anche ai suoi avversari? Noi dobbiamo farci piacere di più" Infatti ci provò. Tutti gli antiB, intellettuali e magistratura politica in testa, lo appoggiarono e lo illusero e lo manipolarono. Da Onna a: "Che fai, mi cacci?" Da lì iniziò e si concluse il suicidio egocentrico di Fini e il declino del Cav. Non c'è analisi che lo faccia capire, che colga il significato reale dell'accaduto. Bersani non ce la fece: Occhetto bis, Grillo impazzò e inperversò, Monti e il suo governo "tecnico" fallirono. Ci siamo ritrovati col M5S, "pericoloso non tanto per quello che fa, ma per quello che è", indispensabile, per ora, per ogni maggioranza possibile di governo. Il copione perfetto per perseverare "nell'un contro l'altro armato" e a baloccarci coi sovranismi. Auguri Italia, Ne hai tanto bisogno.

    Report

    Rispondi

  • Genko

    26 Aprile 2020 - 11:28

    Fondi un movimento, lo chiami "Italia in Europa", ne ha la forza, lasci i populisti, diventi Presidente del movimento, indichi un segretario di valore, i conservatori moderati la voteranno.

    Report

    Rispondi

  • Andrew

    Andrew

    25 Aprile 2020 - 23:01

    Che Paese è quello che odia la propria eccellenza? O, peggio ancora, che la disconosce, che la irride, come Il Foglio, che la colpevolizza perfino nel momento della tragedia, delle famiglie falcidiate, delle bare accatastate nelle chiese? Che Paese è quest’Itali(ett)a, che ogni anno drena dalla Lombardia 54 miliardi di euro per finanziare le proprie burocrazie, i propri sprechi, le proprie regalie e ora, in piena emergenza sanitaria, nei giorni pari le ritarda l’aiuto e nei giorni dispari le rimprovera di fare da sé? Un Paese senza presente, figuriamoci futuro.

    Report

    Rispondi

  • Mario 1

    25 Aprile 2020 - 17:33

    Giornali pieni di titoli ma nessuno sia a destra che a manca è in grado di dirci cosa si è firmato realmente ed a che condizioni, io non ho mai visto uno che si fa prestare soldi e da il consenso e poi le regole le discuteremo in seguito e di tempo ne hanno sprecato già parecchio, per fortuna bisogna fare presto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi