cerca

Ecco le prove che Salvini sapeva tutto del “complotto sul Mes”

La riforma del “salva stati” discussa in due Cdm gialloverdi. E alla Camera Borghi e Garavaglia espressero parere favorevole

28 Novembre 2019 alle 06:06

Ecco le prove che Salvini sapeva tutto del “complotto sul Mes”

Matteo Salvini con Claudio Borghi e Alberto Bagnai (foto LaPresse)

Roma. Se davvero quello sulla riforma del Mes è “un complotto”, come Matteo Salvini va urlando da settimane, allora il leader della Lega è uno dei congiurati. Magari a sua insaputa, chissà. Ma l’ex ministro dell’Interno ha infatti contribuito a questa “congiura ai danni dell’Italia”: in almeno due Consigli dei ministri, infatti, tenuti dal governo di cui era vicepremier, si è parlato della revisione del Fondo salva stati. Senza che dalla bocca di Salvini venisse pronunciata mezza sillaba di protesta....

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Valerio Valentini

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni

    28 Novembre 2019 - 16:28

    Tengo a precisare che a me di quello che dice o non dice dal punto di vista politico Salvini o chicchessia sul MES non mi importa. Ciò che importa e dovrebbe importare a tutti noi è che il nuovo MES per l'Italia che ha il debito pubblico più alto di tutti gli altri paesi UE potrebbe diventare una vera e propria mannaia. Voi del Foglio andate a leggervi i parametri economici del nuovo MES e vi accorgerete che avendolo firmato ci siamo messi un vero e proprio cappio al collo e per non essere impiccati dovremo affidarci alla carità di Francia e Germania. Ma insomma che razza di politici abbiamo che non riescono a giudicare correttamente un trattato economico!!!

    Report

    Rispondi

  • J.Wrangler

    J.Wrangler

    28 Novembre 2019 - 15:06

    Sig Valentini vada a rivedere l'intervento di Molinari in Parlamento A GIUGNO: così si divertirà a conoscere cosa pansava e pensano Lega , FI, FdI del MES : ogni persona onesta intellettualmente non può non ammettere che il MES, così come strutturato,non va bene per l'Italia così come pure per molti altri paesi. In ultima istanza il prestatore deve (dovrebbe essere) la BCE e non un "Trattato" la cui veste PRIVATA deve decidere chi e come rientra e a quale "prezzo" del prestito intervenendo come in Grecia a favore delle banche, deficitarie tipo Deutsche Bank con miliardi di perdite e valori di borsa in discesa da 60 eu a 6 virgola oggi.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    28 Novembre 2019 - 13:13

    Il ministro Gualtieri avrebbe il dovere di spiegare che il MES è dannoso per l'Italia e potrebbe addirittura diventare dannosissimo ma che purtroppo ormai i giochi son stati fatti e non c'è più nulla che si possa fare. Da precisare che diversi economisti italiani non di certo amici di Salvini sono, appunto, del parere che l'Italia non avrebbe dovuto accettare di votare il MES. Amen

    Report

    Rispondi

  • Giovanni Attinà

    28 Novembre 2019 - 12:37

    Come la realtà è diversa dalla propaganda sulla vicenda del "complotto sul Mes". Solo che l'informazione tv, la carta stampata un po' si salva, ci martella con i sovranisti che gridano "alla vendita dell'Italia" a Bruxelles, ovvero ostaggio della solita Germania .

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

Servizi