cerca

La guerra incivile di Salvini

I più minacciati in Libia sono i migranti detenuti o ammucchiati variamente. Ma Salvini gli vuole chiudere i porti 

16 Aprile 2019 alle 06:00

La guerra incivile di Salvini

Matteo Salvini (Foto LaPresse)

In Libia c’è una guerra civile, cioé una guerra sulla pelle dei civili. I più minacciati sono i migranti detenuti o ammucchiati variamente. Il ministro dell’Interno italiano, che usurpa via tweet gli interi poteri dello Stato, dichiara che gli eventuali fuggiaschi da questa guerra troveranno porti e porte chiuse, comunque arrivino. Cioè annuncia, minaccia, premedita, un crimine contro l’umanità. Aggiungendovi lo scherno: salvo che arrivino in aereo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi