cerca

L'impazienza di Lupo

L’esitare sempre più puro non trova quiete nella guadagnata saggezza

23 Febbraio 2018 alle 06:08

L'impazienza di Lupo

Foto via Pexels

C’è sempre un punto calmo della riva. Ed è proprio dove va a radicarsi la smisurata impazienza di Lupo, nel corso d’acqua che scanala la campagna iblea dei carrubi e degli ulivi. Ed è lì che lui – per poi tenersi separato da tutto – lascia correre sotto di sé il fiume sempre lesto a catturare i riflessi di lei. Lì sta distante dai silenziosi pascoli al margine del bosco, lì è lontano dalla notte e così, lì, resta strappato anche dal suo stesso canto. L’esitare sempre più puro non trova quiete nella guadagnata saggezza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi