cerca

L’antimafia dei miracoli

In galera l’ultima cupola, lo stato ha vinto, il mistero del male s’è sciolto davanti alla reliquia di santa Rosalia

16 Dicembre 2018 alle 06:07

L’antimafia dei miracoli

La Fondazione Federico II espone a Palazzo Reale un quadro nel quale un pittore ignoto fissò la sontuosa processione dedicata nel 1693 a santa Rosalia che aveva salvato Palermo dal terremoto

Ora che è finita in galera anche l’ultima cupola di Cosa nostra, ora che boss e picciotti sono stati mostrati in manette davanti alla caserma dei carabinieri, ora che l’infelicissima Sicilia è stata ripulita dall’ultima peste, ora che i fiori del male sono stati recisi e gettati nel nerofondo di un carcere duro a chi dovremo rendere grazie per averci finalmente liberato dal giogo mafioso?    Le forze dell’ordine hanno certamente i loro meriti. Per mesi hanno ricostruito complicità e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giuseppe Sottile

Giuseppe Sottile

Giuseppe Sottile ha lavorato per 23 anni a Palermo. Prima a “L’Ora” di Vittorio Nisticò, per il quale ha condotto numerose inchieste sulle guerre di mafia, e poi al “Giornale di Sicilia”, del quale è stato capocronista e vicedirettore. Dopo undici anni vissuti intensamente a Milano, – è stato caporedattore del “Giorno” e di “Studio Aperto” – è approdato al “Foglio” di Giuliano Ferrara. E lì è rimasto per curare l’inserto culturale del sabato. Per Einaudi ha scritto anche un romanzo, “Nostra signora della Necessità”, pubblicato nel 2006, dove il racconto di Palermo e del suo respiro marcio diventa la rappresentazione teatrale di vite scellerate e morti ammazzati, di intrighi e tradimenti, di tragedie e sceneggiate. Un palcoscenico di evanescenze, sul quale si muovono indifferentemente boss di Cosa nostra e picciotti di malavita, nobili decaduti e borghesi lucidati a festa, cronisti di grandi fervori e teatranti di grandi illusioni. Tutti alle prese con i misteri e i piaceri di una città lussuriosa, senza certezze e senza misericordia.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • pegorita

    23 Gennaio 2019 - 21:09

    Voglio solo dire; grande Giuseppe Sottile

    Report

    Rispondi

Servizi