cerca

L’Assemblea rimandata è la prima rivoluzione politica del coronavirus

Xi Jinping sapeva tutto già dall’inizio di gennaio. Un modo per incolpare i funzionari e consolidare il potere

Giulia Pompili

Email:

pompili@ilfoglio.it

17 Febbraio 2020 alle 20:23

L’Assemblea rimandata è la prima rivoluzione politica del coronavirus

Piazza Tiananmen a Pechino (foto LaPresse)

Roma. Lunedì la Xinhua, l’agenzia di stato cinese, ha fatto sapere che alla fine del mese il Comitato permanente del Congresso nazionale del popolo, il massimo organo legislativo cinese, “si riunirà per deliberare il rinvio della sessione annuale della legislatura”. Un modo per dire che quasi sicuramente il momento più importante dell’attività politica cinese – quello in cui vengono prese le decisioni collettive e anche svelate le nuove strategie per il futuro – che avrebbe dovuto iniziare il 5 marzo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Giulia Pompili

Giulia Pompili

Giulia Pompili è nata il 4 luglio. E' giornalista del Foglio dove scrive soprattutto di Asia – nel 2012 ha vinto il premio giornalistico "Umberto Agnelli" della Fondazione Italia Giappone. Recita a memoria i test missilistici di Kim Jong-un, ma pure le canzoni degli Afterhours. E' terzo dan di kendo.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi