cerca

A Berlino ci saranno Pompeo e Putin, Haftar non può più sfilarsi. Per il momento

Haftar nella capitale tedesca è costretto a negoziare. Vuol dire che i soldati italiani andranno a Tripoli

16 Gennaio 2020 alle 06:00

Libia sul serio

(foto LaPresse)

Roma. A questo punto la conferenza di Berlino di domenica prossima diventa un’occasione di pace molto concreta per la Libia, al posto dell’incontro di Mosca finito con un nulla di fatto tre giorni fa. E pensare che sembrava il contrario, che l’incontro di Mosca sarebbe stato decisivo e che la conferenza di Berlino avrebbe semplicemente definito i dettagli. Adesso la massa critica di leader da tutto il mondo che parteciperà ai negoziati in Germania costringerà il generale libico Haftar –...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Daniele Raineri

Daniele Raineri

Di Genova. Nella redazione del Foglio mi occupo soprattutto delle notizie dall'estero. Sono stato corrispondente dal Cairo e da New York. Ho lavorato in Iraq, Siria e altri paesi. Ho studiato arabo in Yemen. Sono stato giornalista embedded con i soldati americani, con l'esercito iracheno, con i paracadutisti italiani e con i ribelli siriani durante la rivoluzione.

Segui la pagina Facebook

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi