cerca

Suleimani, il generale imperialista

Dalle popolazioni assediate fino alla morte per fame alle stragi di manifestanti di notte nei garage per arrivare al rapporto strategico con il clan Bin Laden. Contro la beatificazione dell'uomo forte di Teheran

7 Gennaio 2020 alle 06:00

Suleimani, il generale imperialista

Un miliziano houthi mostra una foto del generale iraniano Qassem Suleimani, ucciso in un attacco aereo americano a Baghdad (foto di Naif Rahma / Reuters)

Il generale iraniano Qassem Suleimani voleva nominare il primo ministro dell’Iraq, faceva uccidere soldati iracheni nelle loro basi (bombardate dalla sue milizie) e faceva rapire e uccidere manifestanti iracheni di vent’anni. E questo soltanto nei suoi ultimi tre mesi di attività. Era la definizione da manuale di militare macellaio e di arroganza imperialista. In questa pagina mettiamo tre storie da Siria, Iraq e Iran che riguardano la sua carriera durata oltre vent’anni. La campagna punitiva con le sue milizie in...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni Attinà

    07 Gennaio 2020 - 10:07

    Questo articolo dovrebbero leggerlo le varie Lucie Goracci che informano sul martirio del genarle iraniano ucciso, dimenticando le uccisioni anche di iraniani che scendono in piazza per chiedere democrazia e libertà.

    Report

    Rispondi

Servizi