cerca

Macron deve spiegare i missili in Libia

La Francia è complice di Haftar? Il governo italiano si faccia sentire

10 Luglio 2019 alle 20:50

Macron deve spiegare i missili in Libia

foto LaPresse

Quando i soldati di Haftar sono scappati da Gharyan lasciando il cibo nei piatti, hanno lasciato indietro anche quattro missili anticarro Javelin di produzione americana. Sono armi speciali in grado di distruggere con precisione carri armati o anche elicotteri a bassa quota, “fire and forget” nel senso che una volta che l’operatore indica al missile il bersaglio poi quello si autoguida fino a colpirlo. Il dipartimento di stato americano si è messo a investigare per capire di chi sono i missili, perché l’America li vende con un divieto esplicito di cederli oppure di venderli a terzi (proprio perché sono armi tecnologicamente avanzate e quindi è meglio evitare che di vendita in vendita finiscano in mani sbagliate). Secondo i numeri seriali e altri indicatori, i missili sono stati venduti alla Francia nel 2010. Un consigliere militare francese dice al New York Times, che ha fatto lo scoop, che i missili erano in dotazione a soldati francesi in Libia per la loro protezione – soldati francesi impegnati in Libia in operazioni di intelligence e antiterrorismo. E che quei missili Javelin non erano più funzionanti.

 

Ma l’unica missione di terra dei francesi è stata nel 2015 l’invio di forze speciali per aiutare le forze di Haftar contro lo Stato islamico a Bengasi – che è distante 700 chilometri in linea d’aria da Gharyan. Quindi le domanda adesso è: che ci fanno i Javelin comprati dai francesi nel comando di Haftar a sud di Tripoli?

 

Se sono missili che erano in dotazione alle forze speciali francesi a Bengasi nel 2015 allora non dovevano essere lasciati a Haftar perché è una violazione del contratto. Se non hanno violato il contratto, allora vuol dire che c’erano adesso forze speciali francesi a Gharyan, centro di comando dell’operazione di Haftar per attaccare Tripoli.

 

Il governo italiano dopo anni passati a tentare di ricucire le due metà della Libia deve chiedere conto di questo scandalo alla Francia: che ci facevano i suoi missili dentro al comando del generale che ha scatenato una guerra civile da mille morti e che distrutto i negoziati di pace?

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Chichibio

    11 Luglio 2019 - 13:01

    Ieri Sarkozy, oggi Macron. Francia cugina.

    Report

    Rispondi

  • fguidotti

    11 Luglio 2019 - 10:10

    Noooo, la Francia destabilizza la Libia, incredibile!!!!! Da quando Salvini è all’Eliseo non fa altro che casini.

    Report

    Rispondi

Servizi