cerca

La nostra bella DDR

Il tumulto dell’ex Germania dell’est, il paese rosso che ha fatto un trapianto di cuore, nero. Parlano Kubitschek e Böckelmann

Giulio Meotti

Email:

meotti@ilfoglio.it

17 Settembre 2018 alle 08:38

La nostra bella DDR

Il muro di Berlino nel 1988

Il quotidiano Frankfurter Allgemeine Zeitung si chiede: “La Sassonia è ancora Germania?”. Il settimanale Spiegel mette la parola “Sassonia” in copertina, ma a caratteri marroni, alla nazista. Vista dalle grandi, ricche e multiculturali città occidentali di Amburgo, Monaco o Francoforte, l’ex Germania dell’est, oltre le foreste della Turingia e l’Elba, sembra infinitamente lontana, infinitamente altra. Tre decenni dopo la caduta del Muro di Berlino, la spaccatura tra l’est e l’ovest continua ad evolversi. E sembra che la vecchia Ostalgie, la...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi