cerca

L'economia italiana guarirà dal coronavirus?

Quando il periodo di contenimento sarà finito due sono gli scenari possibili: uno shock temporaneo o uno permanente. Per rispondere con efficacia alla crisi bisogna comprenderne la natura

20 Marzo 2020 alle 06:00

L'economia italiana guarirà dal coronavirus?

Foto LaPresse

Focalizziamoci solo sulla questione economica, prendendo per buone le misure di “contenimento sanitario” decise dal governo italiano e, in forme diverse, da altri governi europei. Chiediamoci quali ne siano le conseguenze economiche e che tipo di interventi sia raccomandabile adottare nei mesi a venire. Facciamo delle ipotesi semplificatrici: (i) che il problema riguardi solo l’Italia; (ii) che il periodo di contenimento duri (com’è oramai ovvio a tutti) sino al 14 aprile; (iii) che non causi gravi disastri nella struttura socio-economica...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Caronte

    20 Marzo 2020 - 15:46

    Tra una economia di stato mondiale (con tutte le privazioni di libertà che ne conseguiranno, modello Cina per intenderci) e la prospettiva di ripartire come nel periodo post-bellico o peggio preferisco la seconda possibilità. La povertà si combatte, con sacrificio e solidarietà, a partire dal nucleo familiare fino al territorio, alla nazione e se avanza a tutto il resto. La libertà non ha prezzo, molti hanno già sacrificato la loro vita in suo nome e non vedo perchè dovremmo smettere adesso. Per un iPhone?

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    20 Marzo 2020 - 15:09

    L'economia italiana non potrà guarire dal Coronavirus per il semplice fatto che già prima del "povero virus" andava malissimo. Insomma Boldrin, non meniamo il can per l'aia, l'economia della "povera" Italia è ormai alla frutta non certo per il virus ma perchè i governi che si sono negli ultimi tempi susseguiti, sino a quello presente, sarebbero da legge marziale e fucilazione immediata. Il Virus infine passerà ma l'Italia tutta non ha speranza. Non si dimentichi, adf esempio, l'Ilva, un tempo la più grande industria siderurgica d'Europa e Alitalia che ha impoverito le tasche degli italiani per decenni e le centinaia di industrie italiane che si sono trasferite in altri paesi europei. Insomma, finiamola di menare il can per l'aia...

    Report

    Rispondi

  • Joseph791

    Joseph791

    20 Marzo 2020 - 13:58

    Allora la cosa saggia è chiedere a prestito a coloro che hanno risparmiato per proteggere ora i più deboli. Magari pelvamdo conti conti correnti di chi non ha sperperato?

    Report

    Rispondi

  • In77rn

    20 Marzo 2020 - 12:02

    Uno dei principali problemi dell'invecchiamento è che quando la maggioranza della popolazione supera i 70 anni, anche i sessantenni e financo i cinquantenni iniziano già a ragionare nell'ottica futura. Della serie: quando tutto va a fondo, salviamo almeno la mia pensione. In questa ottica considerare che diventeremo "un po' più poveri" significa, in media, che i vecchi resteranno mediamente benestanti, i giovani saranno tutti falliti e poveracci. Quello che sfugge anche ad eminenti economisti è che la loro pensione chi la pagherà? Quindi, ricapitolando: per salvare i più anziani blocchiamo il paese, per salvare le loro pensioni, cosa ci inventeremo? Il futuro dei giovani? Sembra un problema del tutto marginale. Al massimo li spediremo in qualche acciaieria che produrrà acciaio per non si sa cosa.

    Report

    Rispondi

    • AlessandroT

      20 Marzo 2020 - 13:09

      @ln77m "Quello che sfugge anche ad eminenti economisti è che la loro pensione chi la pagherà?" Questo "gli economisti" lo sanno benissimo. Sono i politici e gli elettori (soprattutto quelli leghisti e 5 stelle, ma anche gli altri non scherzano) che non lo capiscono. Se lei non legge quello che scrivono gli economisti seri (cioé non Borghi e Bagnai) non se la prenda con l'economia. Boldrin lo sa benissimo come funziona il sistema pensionistico, glielo posso assicurare. Quanto al fermare il paese, forse sarebbe meglio non fermarlo, cosí causiamo qualche centiaia di migliaia di morti (mentre l'economia andrà benissimo, naturalmente?), soprattutto tra gli anziani, e voilà, abbiamo risolto anche il problema delle pensioni? Per i giovani bisogna aumentare la produttività (anche con investimenti pubblici mirati, non è questione di essere necessariamente ultra-liberisti), ma di produttività in Italia non ne parla quasi nessuno, a parte il mitico Oscar Giannino, o Calenda.

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

Servizi