cerca

Novità sul fronte Italexit: ora sarà l'euro a far fuori l'Italia, dice Morelli (Lega)

Per il deputato del Carroccio è l'Eurozona che vuole cacciare il nostro paese. Ma nemmeno un mese fa Salvini ci raccontava che la moneta unica era "irreversibile"

4 Novembre 2019 alle 15:30

Loading the player...

Non sarà l'Italia ad andare verso l'Italexit, bensì sarà l'intera Eurozona a collassare. Per la precisione, “sarà l'euro a cacciare fuori l'Italia”, almeno secondo Alessandro Morelli, deputato della Lega, che questa mattina, ospite di Agorà su Rai 3, ha risposto così a una domanda del direttore del Foglio Claudio Cerasa.

  

Prove di Salvini 2.0

Fedeltà all’atlantismo (“senza se e senza ma”). Rassicurazioni sull’Europa (“non voglio uscire”). Chiarezza sull’euro (“assolutamente irreversibile”). E poi Conte, Di Maio, Renzi, Zingaretti, Trump, Savoini, le tasse, la giustizia e le idee per la Lega che verrà. Una chiacchierata con Matteo Salvini

 

“Voi volete uscire dall'euro o no?”, ha domandato Cerasa. “Personalmente ritengo che l'euro cadrà. Non sono io a voler uscire dall'euro, ma è l'euro a voler cacciare fuori l'Italia”, la risposta del deputato del Carroccio. Non è chiaro su quali basi Morelli preconizzi un collasso della moneta unica, ma ieri anche il governatore della Banca centrale ungherese, Gyorgy Matolcsy, ha scritto un op-ed pubblicato dal Financial Times in cui afferma che "l'euro è stato un errore strategico" e ha proposto di rimettere mano al Trattato di Maastricht.

 

L'affermazione di Morelli alimenta la confusione sull'orientamento della Lega in merito all'Italexit, che per anni è stata uno dei cavalli di battaglia del partito di Matteo Salvini. E sull'argomento, proprio con l'intervista rilasciata al Foglio il mese scorso, il leader del Carroccio aveva mandato in confusione l'anima no-euro del partito. “La Lega - aveva spiegato - non ha in testa l’uscita dell’Italia dall’euro o dall’Unione europea. Lo dico ancora meglio, così i giornalisti smetteranno di alimentare fantasie strane: l’euro è irreversibile”.

 

La sottile linea Borghi

Il leghista scrive in chat dopo “il casino” causato da Salvini. Eurexit? Non da soli, dicono Rixi e Durigon

 

Parole che avevano spiazzato i due guru dell'Italexit in salsa leghista: Alberto Bagnai (presidente della commissione Finanze e Tesoro al Senato) e Claudio Borghi (presidente della commissione Bilancio della Camera). Ospite della trasmissione “Quarta Repubblica”, l'ex ministro dell'Interno aveva confermato: “L’euro è la moneta che abbiamo in tasca rimetterla in discussione da soli non ha senso e non è possibile”. Insomma, in tema di Italexit c'è ancora molta confusione nella Lega, sospesa tra i suoi consueti toni sovranisti e il desiderio, invece, di riqualificarsi come forza più moderata. 

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • ezio.dalmolin

    04 Novembre 2019 - 20:48

    Traduzione: una volta al Governo faremo di tutto per farci cacciare, sperando che ciò accada veramente perché altrimenti sono guai .

    Report

    Rispondi

Servizi