cerca

Fuga dall’Alitalia

Come salvarla. Capitani coraggiosi, sceicchi o grandi compagnie, prima o poi tutti si ritirano. Lo spettro del fallimento oltre il rebus Ferrovie

31 Marzo 2019 alle 06:07

Fuga dall’Alitalia

Foto LaPresse

E adesso che succede, scappano anche le Ferrovie dello Stato? Allora siamo davvero al capolinea, oltre il quale c’è solo il fallimento. Prima si è ritirata la olandese Klm, poi l’Air France. Se ne sono andati con le pive nel sacco i capitani coraggiosi e gli sceicchi degli Emirati. E ancora: la tedesca Lufthansa, l’americana Delta, l’inglese EasyJet, persino l’irlandese Ryanair che ci aveva fatto su un pensierino o Singapore Airlines evocata da più parti (governative). Dall’Alitalia, insomma, c’è solo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Stefano Cingolani

Nato nel bel mezzo del secolo scorso a Recanati, è tornato alla luce in seguito a recenti scavi. Dopo tanto girovagare per giornali (L’Unità, Il Mondo, Corriere della sera, Il Riformista) e città (Milano, New York, Parigi), in cerca di stimoli e affetti, ha trovato al Foglio il rifugio agognato. Ha scritto “Le grandi famiglie del capitalismo italiano” e “Guerre di mercato”. Sopraffatto dalla colpa per non essere riuscito ad assicurare un futuro certo alla figlia maggiore e per non fare i compiti con quella minore, passa il tempo tra l’impero romano-cristiano e la terza globalizzazione (prima o poi riuscirà a spiegare entrambi?). Va al mare sul Baltico, ma vorrebbe essere sul Patna con Lord Jim o a Long Island con Jay Gatsby.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • dan0512

    31 Marzo 2019 - 23:11

    va chiusa perchè fallita!!

    Report

    Rispondi

  • Giovanni

    31 Marzo 2019 - 11:11

    Andreotti disse una volta "I pazzi sono di due tipi, quelli che credono di essere Napoleone e quelli che credono di poter risanare Ferrovie dello Stato". Ferrovie dello stato in qualche modo fu risanata (anche se la vicenda fu lunga e complessa e per certi versi lo è ancora) ma la faccenda Alitalia è una tragedia infinita che negli anni è costata a noi italiani un numero incredibile di miliardi, tutti pagati dal popolo italiano. Intere generazioni hanno pagato l'obolo ( e che obolo) per la sopravvivenza di Alitalia che arrivò ad avere l'incredibile numero di 25000 dipendenti. Ancora oggi sono più di 12000. Lufthansa vorrebe una parte di Alitalia ma pretende anche una drastica riduzione di personale, circa 5000 dipendenti in meno e non solo. Infatti Lufthansa azzererebbe praticamente i voli intercontinentali lasciandone solo alcuni da Fiumicino e azzererebbe i voli su Milano perchè è troppo vicina e farebbe concorrenza a Monaco e Francoforte. Sarebbe la fine lenta di Alitalia.

    Report

    Rispondi

Servizi