cerca

Perché in Libia è caos petrolifero

La produzione va, ma ci sono interferenze estere e lotte per bande

4 Settembre 2018 alle 19:02

Perché in Libia è caos petrolifero

La raffineria di Ras Lanuf (foto LaPresse)

Roma. C’è un fatto che spiega più di tutto a che punto sia arrivato il caos in Libia in quello che è da sempre il principale forziere geopolitico del paese: il petrolio. Nonostante le turbolenze militari e politiche, la produzione dei paesi dell’Opec – il principale cartello dei paesi produttori di greggio – ad agosto è aumentata ai massimi livelli da inizio anno e il maggior paese contributore di questa crescita è stato proprio il paese nordafricano. Come riferisce S&P...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi