cerca

Il coronavirus stravolge i piani editoriali delle case editrici

Librerie chiuse, pubblicazioni bloccate. Come se ne esce? Parlano Carletti (Laterza) e Di Brizzi (Marsilio)

Email:

allegranti@ilfoglio.it

31 Marzo 2020 alle 10:16

Il coronavirus stravolge i piani editoriali delle case editrici

Maggio 1965, Fiera del libro in Piazza dei mercanti a Milano (LaPresse)

Roma. Le librerie sono chiuse, le consegne online stentano e le case editrici hanno bloccato la pubblicazione dei libri. Le conseguenze indirette del coronavirus sull’editoria potrebbero essere o sono già molto pesanti. Secondo l’Aie, Associazione Italiana Editori, nel 2020 saranno pubblicati 18.600 titoli in meno, 39,3 milioni di copie non saranno stampate e 2.500 titoli non saranno tradotti. “Una ricaduta – ha detto il presidente di AIE Ricardo Franco Levi – che rende il settore del libro una delle prime...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

David Allegranti

David Allegranti, fiorentino, 1984. Al Foglio si occupa di politica. In redazione dal 2016. È diventato giornalista professionista al Corriere Fiorentino. Ha scritto per Vanity Fair e per Panorama. Ha lavorato in tv, a Gazebo (RaiTre) e La Gabbia (La7). Ha scritto cinque libri: Matteo Renzi, il rottamatore del Pd (2011, Vallecchi), The Boy (2014, Marsilio), Siena Brucia (2015, Laterza), Matteo Le Pen (2016, Fandango), Come si diventa leghisti (2019, Utet). Interista. Premio Ghinetti giovani 2012. Nel 2020 ha vinto il premio Biagio Agnes categoria Under 40. Su Twitter è @davidallegranti.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Massimo47

    31 Marzo 2020 - 15:03

    Intanto, con tempismo perfetto, è entrata in vigore, votata all'unanimità, la legge "per la promozione e il sostegno alla lettura" (sic!), che taglia dal 15% al 5% la possibilità di sconti sui libri. Non so a chi sia utile né come possa incoraggiare a leggere, so però che io, leggendo circa tre libri al mese (tanto più adesso con la "clausura"), dovrò spendere qualche euro in più. Complimenti!

    Report

    Rispondi

Servizi