cerca

Ai tempi d’oro di Bucci

Quando l’attore e doppiatore era l’amico di famiglia che regalava tigri di carta ai bambini. Memorie arbitrarie della cronista

24 Febbraio 2020 alle 09:40

Ai tempi d’oro di Bucci

Flavio Bucci (1947-2020) è stato un attore, doppiatore e produttore cinematografico italiano (foto LaPresse)

Flavio Bucci è morto, e a me è subito tornata in mente quell’immagine: la tigre di carta. Non quella evocata da Mao Tse Tung per descrivere gli Stati Uniti d’America o da Goffredo Bettini per descrivere Matteo Renzi. La tigre di carta l’aveva portata lui, Bucci, a casa dei miei, una sera di non so bene quale anno tra la fine dei Settanta e l’inizio degli Ottanta. Avvertenza: questo pezzo è composto da memorie arbitrarie liberamente tratte dal calderone dei...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Marianna Rizzini

Marianna Rizzini

Marianna Rizzini è nata e cresciuta a Roma, tra il liceo Visconti e l'Università La Sapienza, assorbendo forse i tic di entrambi gli ambienti, ma più del Visconti che della Sapienza. Per fortuna l'hanno spedita per tempo a Milano, anche se poi è tornata indietro. Lavora al Foglio dai primi anni del Millennio e scrive per lo più ritratti di personaggi politici o articoli su sinistre sinistrate, Cinque Stelle e populisti del web, ma può capitare la paginata che non ti aspetti (strani individui, perfetti sconosciuti, storie improbabili, robot, film, cartoni animati). E' nata in una famiglia pazza, ma con il senno di poi neanche tanto. Vive a Trastevere, è mamma di Tea, esce volentieri, non è un asso dei fornelli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Abele

    Abele

    24 Febbraio 2020 - 17:13

    Un bel racconto di bei ricordi di un'Italia che non esiste più. Brava Marianna, bambina fortunata!

    Report

    Rispondi

Servizi