cerca

Verso il sesto rinvio delle offerte vincolanti per il salvataggio di Alitalia

Tutto quello che è successo in Italia e nel mondo senza fronzoli e divagazioni

5 Settembre 2019 alle 21:32

Verso il sesto rinvio delle offerte vincolanti per il salvataggio di Alitalia

In Italia

Paolo Gentiloni è stato indicato come Commissario europeo. L’ex premier potrebbe prendere il posto di Moscovici, assumendo la delega agli Affari economici. In alternativa, un portafoglio tra Concorrenza e Commercio.

Nel primo Consiglio dei ministri il governo ha impugnato una legge del Friuli Venezia Giulia in cui alcune disposizioni “in materia di immigrazione appaiono discriminatorie”. L’esecutivo ha inoltre esercitato il golden power sulle operazioni legate alla tecnologia 5G di Vodafone, Tim, Wind Tre, Fastweb e Linkem.

 


 

La Corte Ue condanna l’Italia per essere venuta meno all’obbligo di attuare misure per impedire la diffusione del batterio Xylella.

 


 

Verso il sesto rinvio delle offerte vincolanti per il salvataggio di Alitalia. La scadenza era stata fissata per il 15 settembre.

 


 

Borsa di Milano. Ftse-Mib +0,99 per cento. Differenziale Btp-Bund a 149 punti. L’euro chiude stabile a 1,10 sul dollaro.

 


 

Nel mondo

Stati Uniti e Cina riprenderanno i negoziati nel tentativo di allentare le tensioni dovute alla guerra commerciale. La decisione è arrivata dopo una telefonata tra Liu He, vicepremier cinese, Steven Mnuchin, segretario del Tesoro, e altri alti funzionari americani.

Jason Greenblatt, inviato speciale degli Stati Uniti in medio oriente, lascerà l’Amministrazione Trump.

 


 

Jo Johnson si è dimesso da ministro dell’Istruzione e da parlamentare. “Sono combattuto tra la lealtà familiare e l’interesse nazionale”, ha detto il fratello minore del premier britannico Boris.

La Camera dei Lord completerà la discussione della nuova legge sulla Brexit entro oggi pomeriggio.

 


  

Sono morte 12 persone a Kabul. Ieri mattina nella capitale afghana c’è stato un attentato rivendicato dai talebani.

  


  

Volodymyr Tsemakh è stato rilasciato da un tribunale ucraino. Era tra i sospettati per l’abbattimento del volo MH17 della Malaysia Airlines nel 2014.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi