cerca

“L’Ucraina difende i valori europei ma in occidente non lo capite”. Parla l’arcivescovo di Kiev

Tra guerre e crollo di ogni evidenza, torna la domanda fondamentale: “Vale la pena di essere liberi?”. Conversazione con l’arcivescovo greco-cattolico, Sviatoslav Shevchuk

17 Marzo 2019 alle 06:19

“L’Ucraina difende i valori europei ma in occidente non lo capite”. Parla l’arcivescovo di Kiev

Sviatoslav Shevchuk è arcivescovo maggiore di Kiev-Halyc, nonché capo e padre della chiesa greco-cattolica ucraina (Reuters)

Roma. “Se parliamo della guerra in Ucraina, allora parliamo della guerra in Europa. Alcuni storici definiscono l’Ucraina come ‘la porta orientale dell’Europa’ e se a questa porta bussano degli aggressori, allora tutto il continente è aggredito”, dice al Foglio Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, arcivescovo maggiore di Kiev-Halyc, nonché capo e padre della chiesa greco-cattolica ucraina. Lo è da otto anni, quando giovanissimo (quarantunenne) fu eletto a tale carica dal Sinodo locale e confermato da Benedetto XVI. Una conversazione con lui...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Matteo Matzuzzi

Matteo Matzuzzi

E' nato a Udine nel 1986. Si è laureato per convinzione in diplomazia e per combinazione si è trovato a fare il giornalista. Ha sperimentato la follia di fare l'arbitro di calcio, prendendosi pioggia e insulti a ogni weekend. Milanista critico e ormai poco sentimentale, ama leggere Roth (Joseph, non Philip) e McCarthy (Cormac). Ha la comune passione per le serie tv americane che valuta con riconosciuto spirito polemico. Al Foglio si occupa di libri, chiesa, religioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • eleonid

    17 Marzo 2019 - 08:08

    Sulla scia delle dichiarazioni dell'arcivescovo di Kiev , l'Europa così come era nata , dovrebbe riprendere la sua essenza di entità geopolitica capace di calmierare le debolezze dei suoi abitanti disorientati da spinte nazionalistiche che comporteranno sicuramente un peggioramento della convivenza e financo della pace. L'aggressione russa all'Ucraina è la conseguenza della debolezza dell'Unione europea, una debolezza voluta dalla stessa Russia, Stati Uniti d'America, Cina . La chiesa ha sempre svolto un grande ruolo per la convivenza civile ed in pace fra popoli anche diversi ed è per questo che viene combattuta e se possibile usata per fini che non sempre le sono propri. L'attuale governance europea non si è espressa in favore ,formalmentee,sulle proprie radici cristiane , e forse questo ha contribuito a fare nascere quel capovolgimento di pensiero che oggi ne mette in discussione le sue finalità. Si dovrebbe riprendere questo aspetto per meglio collocarlo nel nostro contesto

    Report

    Rispondi

Servizi