cerca

La croce degli zar

Il 1917 la spazzò via, Stalin la evocò nel momento più drammatico La religione ortodossa e lo spirito russo: oggi un grande ritorno

11 Dicembre 2017 alle 09:03

La croce degli zar

Foto LaPresse

Non è stato un russo, bensì un ceco a descrivere per primo l’essenza della chiesa ortodossa. Era Rainer Maria Rilke che nel misconosciuto “Libro d’ore” racconta la sua ricerca, intensamente spirituale, della Russia e quindi “dell'infinito silenzio di Dio”, come scrisse il poeta boemo. Protagonista delle poesie di Rilke è un monaco, un pittore di icone che parte per un pellegrinaggio che lo porterà a contemplare la povertà e, infine, la morte. Che sia stato un artista non di origine...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi