Riecco la cortina di ferro

L’ovest è liberaldemocratico, multiculturale e post religioso. L’est è democratico-illiberale, nazionalista e cristiano. “Una diversità che nasce dallo choc del passato comunista”

2 Ottobre 2017 alle 09:51

Riecco la cortina di ferro

Foto LaPresse

Immaginate l’Europa come un paio di polmoni”, ha detto Reiner Haseloff, il primo ministro dello stato della Sassonia-Anhalt. “L’Elba è dove si incontrano i due polmoni”. Questo, almeno, è quello che doveva essere sulla carta, ideale e non soltanto geografica. Il 25 aprile 1945, su un ponte gettato sull’Elba, soldati americani da una parte e sovietici dall’altra si strinsero la mano. Poi, per mezzo secolo, il fiume è rimasto un confine politico e ideologico sigillato, che attraverso l’Assia, la Turingia...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    16 Novembre 2017 - 09:09

    Molto interessante la complessa analisi dell'Europa a due polmoni, anche se a volo d'uccello ossia molto teorica e statistica, eppoi sempre misurata ad un "proggressismo" ideologico sempre vagheggiato ma che - senza determinazione degli obiettivi - non dice nulla. Ma secondo lei, noi saremmo non dico uno Stato ma almeno un "paese liberaldemocratico, multiculturale e post religioso"? Am scàpa da rédar. La realtà, caro Meotti, invece, è... grossomodo la somma delle notizie - le legga e le valuti attentamente quanto possano corrispondere ai suoi eufemismi - che ogni mattina possiamo leggere sulla cartastampata e sentire dalla televisione. Se vi va bene così, avanti così.

    Report

    Rispondi

  • luigi.desa

    02 Ottobre 2017 - 13:01

    Aridaje con la liberal democrazia! nell'ovest Europa c'è una democrazia apparente ,sublimata a vanvera solo perchè ogni tanto si vota,ma ad esempio l'Italia è in uno stato peggio della Russia.Là c'è un autocrate che alla meno peggio governa il popolo ,più bene che male alla luce del sentire del pueblo che protesta con solitari rompicoglioni aizzati dai letertareschi dell'ovest.. In Italia che è sotto scacco della Anm c'è libertà ? Quale liberal-democrazia con la politica bolccata dalle toghe? non prendiamoci per il culo. Un giorno si grida al lupo toghe il giorno dopo si vanta la liberal democrazia in Italia. Ma allora i giornalisti in Italia sono tutti simil Aldo Cazzullo .luigi de santis

    Report

    Rispondi

Servizi