cerca

La situazione è eccellente (per Matteo Salvini)

Aldo Cazzullo è pessimista sulle magnifiche sorti e progressive dell’Italia. Predice un’imminente fine del governo. Io, al contrario, mi auguro che il governo duri. Per due ragioni

1 Marzo 2019 alle 06:00

La situazione è eccellente (per Matteo Salvini)

Matteo Salvini (foto LaPresse)

“La situazione del paese è critica e può diventare drammatica. Crescita zero, spread a 300, crollo della produzione industriale. Eppure nell’agenda di governo non c’è traccia di piani per rilanciare l’economia. L’unica strategia è il rinvio. Si rinvia la Tav, perché i 5 stelle non possono ammainare anche quella bandiera. Si rinvia la questione cruciale dell’autonomia delle regioni del nord”. Aldo Cazzullo è pessimista sulle magnifiche sorti e progressive dell’Italia. Predice un’imminente fine del governo. Io, al contrario, mi auguro che il governo duri. Per due ragioni: 1) la crisi evidente della propaganda grillina, dopo le recenti sconfitte elettorali, indebolisce Di Maio e rafforza il potere della Lega sul governo; 2) la consapevolezza che bisogna cambiare per non morire spingerà fatalmente il M5s ad archiviare la strampalata filosofia della “decrescita felice” e a dire finalmente sì a misure utili al rilancio dell’economia: quelle che garantiscono investimenti pubblici e privati sulle infrastrutture (la Tav ad esempio), quelle che incentivano le imprese ad assumere, con un taglio netto alla tasse sul lavoro (altro che il “reddito di sudditanza”), quelle che riducono davvero gli sprechi dando finalmente attuazione all’autonomia delle regioni del nord. “Grande è la confusione sotto il cielo, la situazione è eccellente”. L’ottimismo visionario del primo leader populista è oggi attualissimo: confusione in casa grillina, situazione eccellente per Matteo Salvini e la Lega. Stay tuned.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Giovanni Attinà

    01 Marzo 2019 - 18:06

    Roberto Maroni è sempre nostalgico della Lega, anche se non condivide tante cose di Salvini e non le scrive. Certo l'alleanza attuale conviene tanto a Salvini che invade tutti i campi per avere visibilità. Poi i problemi degli italiani rimangono e certamente non verranno risolti con la cosiddetta autonomia: le regioni sono enti di spreco del danaro pubblico. Lo dimostra la storia d'Italia dal 1970 in poi e vale anche per le province, perché la revisione della spesa pubblica rimane un sogno.Ricordarsi la lettera della Bce e dell'Ue , prima dell'avvento di Monti che poi qust'ultimo si è guardato bene dall'attuare, come del resto Renzi..

    Report

    Rispondi

  • manfredik

    01 Marzo 2019 - 18:06

    Troppo sottile, Presidente Maroni, troppo sottile. Mandare in malora il paese nella speranza della resipiscenza di Di Maio? Boh. La competizione elettorale fra Salvini e Di Maio ricorda tanto quella fra PSI e DC negli anni '80, a spese del debito pubblico. Gli "ottimisti visionari" li abbiamo già provati (B. Renzi). La classe media Italiana, sempre che esista ancora, non ne ha già avuti abbastanza di "avventurismi visionari"?

    Report

    Rispondi

Servizi