“Israele ci ruba le nuvole”

Il generale iraniano Jalali non l’ha mandata a dire, questa volta, scatenando una risata planetaria. Pure in Italia abbiamo riso, ma con le nuvole abbiamo poco da scherzare 

4 Luglio 2018 alle 06:06

“Israele ci ruba le nuvole”

Foto LaPresse

Il generale iraniano Gholamleza Jalali non l’ha mandata a dire, questa volta: “Israele ci ruba le nuvole”. Ce le ruba, dice il generale, così da noi non piove. C’è tutto un viavai di servizi segreti ebrei sui nostri confini, che trafficano, questo almeno sostiene il militare, non si capisce bene se per portarci via le nuvole tout-court o per svuotarle dall’umidità, ma se poi non è zuppa è pan bagnato, dal momento che qui non si vede una goccia laddove in Israele, da quei ladroni, piove. Ora, questa cosa delle nuvole del generale ha scatenato una risata planetaria con qualche eco nello stesso Iran, il cui il servizio meteorologico ha prontamente invitato a non esagerare. Pure in Italia abbiamo riso. E abbiamo riso nonostante, per la verità, la questione da noi qualche approfondimento potrebbe meritarlo. Vive infatti una situazione particolare, la nostra cara Italia. Non che possiamo, nemmeno noi, mettere ancora le mani sulle nuvole, intendiamoci bene, ma i 13 milioni di nuovi posti di lavoro stanno lì per dirci, intanto, che quel minchione di Di Maio lassù nelle nuvole ci tiene già al fresco la capa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • iksamagreb@gmail.com

    iksamagreb

    05 Luglio 2018 - 01:01

    Non rido, sorrido. Non ho votato il candidato Di Maio e mi son fatto una violenza irripetibile pur di cercare una faccia il meno peggio possibile. Ma ora gli altri lo hanno messo lì, e dopo che in precedenza "lì" ci misero pure facce non votate. mi sento in dovere di rispettare almeno il ruolo. Però i tempi cambiano. Il titolo di minchione, in accrescitivo, oggi, dopo decenni di castrazione kulturale, potrebbe anche riferirsi meramente ad una naturale quanto invidiabile dotazione organica che altri spera dalle pillole. Senz'offesa, anzi!...

    Report

    Rispondi

  • guido.valota

    04 Luglio 2018 - 12:12

    No, no, il ministro del non lavoro ha i piedi per terra e la testa ben piantata sulle spalle (degli altri). Sa perfettamente cosa vuole il suo elettorato, specialmente quello del suo feudo elettorale famoso nel mondo per i tassi di assenteismo svizzeri.

    Report

    Rispondi

Servizi