cerca

Gli entusiasti del coronavirus

Per l'intellettuale olandese Lidewij Edelkoort il Covid-19 "è una stupefacente benedizione per il pianeta"

15 Marzo 2020 alle 06:06

Gli entusiasti del coronavirus

Lidewij Edelkoort (foto tratta dal profilo Facebook di Trendtablet)

Nel quadro di generale depressione da quarantena, mentre il virus si prepara a espandersi in altri paesi più efficienti, arriva Lidewij Edelkoort, visionaria intellettuale olandese, esemplare della nuova specie dei “design setter” nonché sostenitrice di una moda più ecologica. La veggente dichiara che “il coronavirus è una stupefacente benedizione per il pianeta… dobbiamo essergli molto grati perché potrebbe essere la ragione per cui sopravvivremo come specie”. Spiega meglio: “Il virus farà rallentare tutto, vedremo un arresto nella manifattura dei beni di consumo. Tutto ciò “è terribile e magnifico, perché abbiamo bisogno di fermarci nel produrre a questa velocità” ha detto la Edelkoort, che è stata consulente per marchi globali come Nissan, Lacoste, L’Oréal, Mattel, Whirpool e Coca-Cola, non proprio fautori della decrescita felice o infelice. “Abbiamo bisogno di cambiare il nostro comportamento per salvare l'ambiente… dapprima le persone proveranno a lavorare via Skype, ma non funzionerà”, vaticina la studiosa. Questo effettivamente è vero, soprattutto se non c’è la banda larga o se larghe fette della popolazione non hanno mai fatto una conference call in vita loro.

 

Ma invece di un’alfabetizzazione digitale rapida, Edelkoort auspica piuttosto una specie di nuova autarchia felice. “Confinati nelle nostre città, ci sarà il rilancio dell'artigianato e le persone apprezzeranno di più i beni prodotti localmente", sostiene. Il pensiero di Edelkoort si avvicina a quello dei Cobas, che non sono molto esperti di stile, ma comunque rifiutano anche loro sdegnati Skype. Non vogliono infatti assolutamente che i docenti insegnino da casa. “Riteniamo opportuno ricordare – si legge nel documento della scuola rilasciato negli ultimi giorni – che la situazione di eccezionale sospensione delle ordinarie attività didattiche nelle scuole non può in alcun modo introdurre piani di riorganizzazione e obblighi di lavoro non previsti dalla normativa vigente”. Si sa di chi è la colpa (di tutto, anche del virus, forse): “Le politiche neoliberiste perseguite negli ultimi decenni costringono di fatto il governo a scegliere tra diritto alla salute e diritto all’istruzione e a sacrificare quest’ultimo in modo significativo e per un tempo imprevedibile” (ecco). E dunque l’ovvia conclusione è che “il/la dirigente scolastico/a ha l’obbligo di attivare modalità di didattica a distanza, ma non i docenti di realizzarle”. Insomma, vale in Olanda come da noi: lasciate perdere il complicato Skype, e datevi ai prodotti locali (cioè, forse, all’agricoltura).

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • maucol

    maucol

    17 Marzo 2020 - 20:14

    Ma cosa significa "Visionaria intellettuale"? Visionaria perché ha le visioni come a Fatima? Intellettuale perché è abbonata alla Settimana Enigmistica? Se si finisce sui giornali per le belinate che si è in grado di dire, datemi tempo e, se ci penso a lungo, potrò stare sulle prime pagine dei migliori quotidiani di tutto il mondo. Quale attributo, gradirei, che so, "Luminare pentatonico". D'altro canto noi italiani che abbiamo seguito, io no, ma altri sì, purtroppo, "Pensatori distonici" quali Beppe Grillo o "Politici asimmetrici" come Matteo Salvini (per non parlare di "Capitalisti arrapati" quali Silvio Berlusconi) vedo che abbiamo poco da insegnare al mondo. Boris Johnson e Donald Trump insegnano. E sui COBAS ... esticazzi!

    Report

    Rispondi

  • Skybolt

    15 Marzo 2020 - 17:08

    Io questa idiota la manderei nei campi di patate, ma con la zappa e il cestone di corteccia d'albero. Ma è la solita che aspira all'apocalisse pensando di essere tra i santi vestiti di bianco Genìa che esiste da 2000 anni. Le sue considerazioni non sono nè vere nè false, ricadono nella terza categoria di questi tempi molto affollata quella delle stronzate.

    Report

    Rispondi

Servizi