cerca

Facebook traccia i sintomi, Apple&Google i contagi. E Immuni serve ancora?

Il dibattito italiano attorno alla app. Forse sarebbe meglio cominciare a parlarsi e a integrare di più le proprie risorse tecnologiche

21 Aprile 2020 alle 10:56

Facebook traccia i sintomi, Apple&Google i contagi. E Immuni serve ancora?

Foto LaPresse

Milano. Mark Zuckerberg, fondatore e ceo di Facebook, ha annunciato con un editoriale pubblicato sul Washington Post che il suo social network estenderà in tutto il mondo un sistema di sondaggio dei sintomi da coronavirus sviluppato negli Stati Uniti in collaborazione con la Carnegie Mellon University. I dati che Facebook ha storicamente a disposizione sui gusti e le preferenze dei suoi utenti non sono tanto utili in tempo di pandemia. Ma Facebook ha un potere speciale che quasi nessun altro...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Eugenio Cau

Eugenio Cau

E’ nato a Bologna, si è laureato in Storia, fa parte della redazione del Foglio a Milano. Ha vissuto un periodo in Messico, dove ha deciso di fare il giornalista. E’ un ottimista tecnologico. Per il Foglio cura Silicio, una newsletter settimanale a tema tech, e il Foglio Innovazione, un inserto mensile in cui si parla di tecnologia e progresso. Ha una passione per la Cina e vorrebbe imparare il mandarino.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • guido.valota

    21 Aprile 2020 - 12:47

    Lo sapevo. Dopo Apple e Google ora anche Facebook ci ha copiato Immuni. Non potremo neanche più raccontare al gendarme che il server ha smesso di rispondere (o, alla grillina, che è stato hackerato).

    Report

    Rispondi

Servizi