cerca

Startup e innovazione in tempo di Coronavirus

Così le startup si riorganizzano e convertono la loro attività per aiutare durante la quarantena

12 Aprile 2020 alle 10:50

Qual è il ruolo dell'innovazione nel momento storico che viviamo? La fisionomia leggera e agile delle startup può adattarsi meglio a emergenze e situazioni di crisi, trasformando con rapidità le tecnologie e i suoi utilizzi? Indubbio che questa quarantena stia indebolendo il nostro settore economico, ma al contempo pare imprimere una forte accelerazione ad alcuni comparti, primo fra tutti quello dell’innovazione e delle imprese guidate da giovani e giovanissimi. Fierezza la parola chiave, utile a scacciare timori e incertezze: per la ricerca, per il “fattore umano”, collante ieri ma anche di più oggi in un isolamento che deve avvicinare e non separare, per la risposta energica delle nuove generazioni, che con ottimismo attivo hanno fronteggiato l’immobilità grazie a proposte efficaci, creative e artistiche. Alcune testimonianze raccontano in che modo il know-how aziendale, una specifica formazione accademica o anni di esperienza in una disciplina, possano trasformarsi in uno strumento a servizio del sistema paese e del benessere delle persone, anche e soprattutto in momenti di difficoltà collettiva. Il dubbio prospettico di una realtà imprenditoriale agli inizi, connaturato al concetto stesso di startup chiamata a fare i conti con la fragilità e l’insicurezza dei primi passi, sarà in quest’ottica scintilla e motore, in quanto in uno scenario indefinito e destrutturato, è d'obbligo sperimentare e azzardare. In tale direzione, una visione fresca, audace e resiliente saprà trarre il meglio da una paralisi generale come quella che stiamo attraversando e queste dieci storie ne sono la prova.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi