cerca

Il lamento dell’élite

Dall’Argentina all’Argentario. Lupo Rattazzi, figlio di Susanna e nipote di Gianni Agnelli. Il corpo a corpo coi populisti, da Perón ai Cinque stelle

11 Febbraio 2019 alle 10:39

Il lamento dell’élite

Foto Imagoeconomica

Se ci fosse un tribunale delle élite Lupo Rattazzi prenderebbe l’ergastolo. Discendente di un primo ministro, nipote di Gianni Agnelli, laureato a Harvard. Ricco di suo, ha pure fatto i soldi in proprio. Una commissione costi-benefici dovrebbe abolirlo. Sessantacinque anni, gessato grigio, camicia azzurra, due orologi, uno del tipo sportivo-gommoso e l’altro quadrato Apple, riceve in un favoloso palazzo ai fori imperiali a Roma – ma lavora a Milano, dove dirige la Neos, compagnia aerea privata, dopo aver fondato la...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Michele Masneri

Michele Masneri è bresciano e vive prevalentemente a Roma. È editor at large di Rivista Studio, e scrive schizofrenicamente di economia, cultura e società oltre che sul Foglio, su IL del Sole-24 Ore, su Style del Corriere della Sera. Come molti italiani ha scritto un romanzo, si chiama "Addio, monti", non c'entra con l'ex premier, ed è edito da minimum fax.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi