cerca

Vaccino e pandemia

Ad Anagni, dentro lo stabilimento che confezionerà il vaccino

Viaggio nel luogo della possibile salvezza contro il coronavirus. Da Oxford a Pomezia, fino alla provincia di Frosinone.

25 Luglio 2020 alle 06:00

Roberto Speranza in visita ad Anagni

Stabilimento Anagni

Failure is not an option”. Bisogna partire dalla famosa frase pronunciata dagli astronauti della missione Apollo 13, e dalla vertigine di non poter sbagliare perché lo sbaglio cancella qualsiasi altra possibilità, per raccontare l’incredibile storia nella storia del candidato-vaccino per il Covid-19: il vaccino europeo, quello studiato e messo a punto ad Oxford, con la collaborazione di un’azienda italiana, la Irbm di Pomezia, e ora confezionato (per la precisione “infialato”) ad Anagni, dall’azienda Catalent. Quattrocento milioni di dosi, prodotte da...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Marianna Rizzini

Marianna Rizzini

Marianna Rizzini è nata e cresciuta a Roma, tra il liceo Visconti e l'Università La Sapienza, assorbendo forse i tic di entrambi gli ambienti, ma più del Visconti che della Sapienza. Per fortuna l'hanno spedita per tempo a Milano, anche se poi è tornata indietro. Lavora al Foglio dai primi anni del Millennio e scrive per lo più ritratti di personaggi politici o articoli su sinistre sinistrate, Cinque Stelle e populisti del web, ma può capitare la paginata che non ti aspetti (strani individui, perfetti sconosciuti, storie improbabili, robot, film, cartoni animati). E' nata in una famiglia pazza, ma con il senno di poi neanche tanto. Vive a Trastevere, è mamma di Tea, esce volentieri, non è un asso dei fornelli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi