(foto Ansa)

È nato il terzo polo

C'è l'accordo Azione-Italia Viva. Renzi: "Calenda guida la campagna elettorale"

Carmelo Caruso

I due leader hanno trovato un'intesa sul programma e sui collegi per le elezioni del 25 settembre: il rapporto tra i due partiti sarà 50 e 50. Il gruppo in Parlamento sarà unico. Il leader di Azione: "Ringrazio per la generosità" 

L’accordo tra Carlo Calenda e Matteo Renzi è stato raggiunto nella notte di ieri. Il Terzo Polo è nato. E con un messaggio del leader di Italia Viva sui suoi social è stato annunciato ufficialmente: "Abbiamo deciso di provarci. Il 25 settembre troverete sulla scheda elettorale anche questa possibilità: non accontentatevi dei meno peggio, mandate in Parlamento persone di qualità". L’accordo prevede un rapporto dei collegi 50/50 tra Azione e Itala Viva. Il gruppo unico alla Camera e Senato, un capogruppo ad Azione e uno a Italia Viva. La leadership sarà di Carlo Calenda. Nel simbolo ci sarà il riferimento a Renew Europe. In televisione lo spazio sarà distribuito due terzi a Calenda e un terzo a Renzi.

"Per costruire una casa nuova ci vuole un pizzico di follia, e quella non manca. Ci vuole l’entusiasmo, che in queste settimane è stato addirittura straripante. E ci vuole anche tanta generosità", ha scritto Renzi su Facebook. "Perché consentire a un progetto di partire richiede anche che qualcuno sappia fare spazio e non pretendere ruoli. Per questo lascio volentieri che sia Carlo Calenda a guidare la campagna elettorale. Talvolta abbiamo discusso, lo sapete, ma i punti che ci uniscono sono molti di più di quelli che ci dividono".

"Ci sono dei momenti in cui le ambizioni personali lasciano il passo ai sogni collettivi", continua l'ex premier: "Servono gli assist per fare i gol".

E Calenda ringrazia. Su Twitter scrive: "Nasce oggi per la prima volta un’alternativa seria e pragmatica al bipopulismo di destra e di sinistra che ha devastato questo paese e sfiduciato Draghi. Ringrazio Matteo Renzi per la generosità. Adesso insieme Italia Viva e Azione per #ItaliaSulSerio".

 

 

In mattinata lo stesso Renzi ha illustrato l'accordo ai suoi gruppi parlamentari. Lo ha raccontato quindi con un messaggio ai suoi iscritti. Subito dopo ci sarà un caffè tra i due leader per siglarlo. Si esclude la foto di rito. Si parla di “matrimonio a distanza” per evitare le strumentalizzazioni dopo il bacio tra Calenda e Letta andato male.

 

  • Carmelo Caruso
  • Carmelo Caruso, giornalista a Palermo, Milano, Roma. Ha iniziato a La Repubblica, ha scritto otto anni per Panorama occupandosi di politica, cronaca, cultura. Nel 2018 a Il Giornale. Oggi in redazione a Il Foglio.