cerca

Rai, Agcom e governo. Sorpresa. C’è un asse Franceschini-Renzi

Imminenti le dimissioni dell’amministratore delegato della tv pubblica. La nuova nomina ora spetta al Pd. E il M5s abbozza. La denuncia legale di Orfeo

26 Maggio 2020 alle 06:00

Rai, Agcom e governo. Sorpresa. C’è un asse Franceschini-Renzi

La sede Rai di Viale Mazzini (LaPresse)

Roma. L’anello più debole è anche il più forte, perché spezza la catena. E così Fabrizio Salini, amministratore delegato della Rai, nominato dall’allora governo Lega-M5s a luglio 2018 e fortemente sponsorizzato dai grillini, pensa di dimettersi. L’annuncio potrebbe essere imminente, “questione di poche settimane”. Lascia una Rai che chiuderà il bilancio senza fare utili malgrado il copioso canone. Sarebbe bizzarro se non aspettasse nemmeno la fine di giugno, e cioè il momento in cui l’azienda dovrà presentare palinsesti e bilancio,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi