Il deficit sale e torna del 2,4. Anteprima del Def

Valerio Valentini

L'indebitamento è stato visto al rialzo di quasi quattro decimali a causa della minore crescita. Il pil tendenziale previsto per quest'anno scende dal più 1 per cento a più 0,1 per cento: altro che boom

Il 2,4, alla fine, lo faranno lo stesso. Ma contro la loro volontà. Nella bozza del Def che verrà discussa oggi dal Cdm, infatti, vengono previste le nuove stime di deficit per il 2019: un indebitamento visto al rialzo di quasi quattro decimali, frutto della minore crescita. Il pil tendenziale previsto per quest'anno, infatti, scende dal più 1 per cento a più 0,1 per cento: altro che boom.

 



 

E così, inevitabilmente, il deficit lievita dal 2 al 2,4 per cento in rapporto al pil. Per il 2020 è previsto un deficit del 2,1 per cento, per il 2021 dell'1,8 per cento.

 

Eccolo, l'anno bellissimo

Di più su questi argomenti: