Di Maio nel labirinto Rai

Salvini cede al suo omologo grillino la nomina del direttore generale, e intanto s’è già preso l’azienda

11 Luglio 2018 alle 06:14

Di Maio nel labirinto Rai

Foto LaPresse

Roma. Poiché Matteo Salvini bada al sodo, ed è abbastanza abile nell’evitare complicazioni superflue, ha proposto al suo omologo di governo, Luigi Di Maio, uno scambio che suona all’incirca così: a voi la nomina del nuovo direttore generale della Rai, a noi quella del nuovo amministratore delegato della Cassa depositi e prestiti. Chiacchiere, qualche clientela e molte grane di qua, tanti soldi e concretissimo potere invece di là. E d’altra parte il capo della Lega, che tra Saxa Rubra e...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • giantrombetta

    11 Luglio 2018 - 10:10

    Non pare che l’occupazione della Rai, ed in particolare del settore dell’informazione, abbia portato fortune elettorali a Renzi ed al suo Pd.

    Report

    Rispondi

  • Giovanni Attinà

    11 Luglio 2018 - 09:09

    L'unica cosa da fare è quella di privatizzare la tv pubblica, così si evitano le grandi manovre anche di tanta gente che sale sul carro dei vincitori. Che poi la tv condizioni le scelte politiche ho ampi dubbi.

    Report

    Rispondi

Servizi