Per i francesi la prossima crisi industriale sarà quella di Alfa Romeo

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Monde, Telegraph, Handelsblatt e Financial Times

L'Alfa Romeo è “commercialmente moribonda”
Parigi, 20 nov - (Agenzia Nova) - L'Alfa Romeo si trova in uno stato “commercialmente moribondo”. Lo scrive il quotidiano francese “Le Monde”, spiegando che per il costruttore automobilistico “la situazione è grave ma non disperata”. Nei primi nove mesi dell'anno la berlina Giulia ha registrato un calo delle vendite del 31 per cento in Europa, mentre quelle del suv Stelvio sono scese del 17 per cento rispetto all'anno scorso. Nel 2001 Alfa Romeo produceva 205mila veicoli, mentre nel 2018 sono stati solamente 15mila. Dopo il ritiro della MiTo, il gruppo ha in catalogo solo lo Giulia, la Stelvio e la Giulietta. La fusione tra Peugeot Société Anonyme (Psa) e Fiat Chrysler Automobiles (Fca), di cui fa parte Alfa Romeo, viene vista come un'opportunità per rilanciare il marchio.

Continua a leggere l'articolo del Monde 

 

Le "Sardine" contro Salvini e l'estrema destra
Londra, 20 nov - (Agenzia Nova) - In Italia sta nascendo un nuovo movimento contro il leader della Lega, Matteo Salvini, e contro l'estrema destra: le "Sardine". I quotidiani "The Telegraph" e "The Guardian" dedicano ampio risalto alle "Sardine", movimento sorto negli ultimi giorni per contestare la campagna elettorale di Salvini in vista delle elezioni regionali che si terranno in Emilia-Romagna il 29 gennaio prossimo. Fondate da un gruppo di giovani studenti, le "Sardine" hanno già inscenato due affollate manifestazioni a Bologna e a Modena, in concomitanza con altrettanti comizi di Salvini e della candidata della coalizione di centrodestra, Lucia Bergonzoni, alla carica di presidente regionale. Il "Telegraph" e il "Guardian" evidenziano l'importanza delle elezioni di gennaio in Emilia-Romagna, storico caposaldo della sinistra la cui perdita potrebbe innescare una crisi di governo e provocare il crollo della coalizione tra il Movimento 5 Stelle e Partito democratico (Pd). Pur ispirandosi al centrosinistra, le "Sardine" rifiutano stretti legami con i partiti e hanno perciò evitato di mostrarne simboli e bandiere nelle manifestazioni organizzate finora. Si tratta di un movimento di base, composto in maggioranza da giovani, che costituisce una grande novità politica e che, se riuscisse a proseguire e ad ampliarsi al resto d'Italia, potrebbe rinvigorire il centrosinistra, in preda ad una profonda crisi di ideali e penalizzato dai sondaggi che continuano ad indicare la Lega come il primo partito.

Continua a leggere l'articolo del Telegraph 

 

Atlantia non intende partecipare a consorzio per salvataggio Alitalia
Berlino, 20 nov - (Agenzia Nova) - Società attiva nel settore delle infrastrutture e parte del gruppo Edizione controllato dalla famiglia Benetton, Atlantia non intende partecipare al consorzio per il salvataggio di Alitalia. Come riferito dal quotidiano “Handelsblatt”, nella giornata di ieri 19 novembre, Atlantia ha comunicato che le condizioni dell'operazione “non sono ancora soddisfatte”. Tuttavia, “resta in ogni caso ferma la disponibilità di Atlantia a proseguire il confronto per l’individuazione di un partner nel settore dell'aviazione”. Come nota “Handelsblatt”, l'annuncio di Atlantia è arrivato alla vigilia della scadenza per il salvataggio di della compagnia di bandiera italiana, da tempo in stato di insolvenza. A ottobre scorso, la società parte del gruppo Edizione aveva accettato di partecipare a un consorzio per salvare dal fallimento Alitalia, formato con il ministero dell'Economia e delle Finanze, Ferrovie dello Stato (FS) e con la compagnia aerea statunitense Delta Airlines. In precedenza, Lufthansa ha reso noto che non intende investire in Alitalia prima della sua ristrutturazione. “Non investiremo nell'Alitalia attuale, ma siamo interessati ad essere un partner commerciale”, ha dichiarato l'amministratore delegato della compagnia aerea tedesca, Carsten Spohr.

Continua a leggere l'articolo di Handelsblatt 

 

Guardia di Finanza perquisisce uffici ArcelorMittal
Londra, 20 nov - (Agenzia Nova) - La Guardia di Finanza ha perquisito gli uffici del gruppo siderurgico indiano ArcelorMittal in Italia e ha sequestrato diversi documenti. Lo riferisce il quotidiano britannico "Financial Times", citando un comunicato con cui la stessa ArcelorMittal ha confermato la notizia senza tuttavia commentarla né spiegarne le ragioni. La Guardia di Finanza sta indagando sui trasferimenti di capitali effettuati da ArcelorMittal da quando ha assunto la gestione dell'ex Ilva nel novembre del 2018. Il "Financial Times" spiega poi che l'annunciato ritiro del gruppo siderurgico indiano dall'ex Ilva sta provocando una vera e propria tempesta politica all'interno dello stesso governo.

Continua a leggere l'articolo del Financial Times 

 

Roma, vigili urbani accusati di estorsione
Londra, 20 nov - (Agenzia Nova) - I vigili urbani di Roma sono stati accusati di estorsione ai danni dei proprietari degli esercizi commerciali della città. Lo riferisce il quotidiano "The Telegraph", spiegando che gli agenti della Polizia municipale capitolina sarebbero soliti minacciare i proprietari di bar e ristoranti di inviare ispezioni sanitarie, accettando poi consumazioni gratuite. Queste pratiche illegali sarebbero molto comuni a Roma, soprattutto a danno dei locali commerciali situati nelle zone più turistiche della città. Questa triste realtà, spiega il "Telegraph", è emersa nel corso di un'inchiesta che la magistratura stava conducendo sulle infiltrazioni della 'ndrangheta nel centro di Roma.

Continua a leggere l'articolo del Telegraph