Psa e Fca ufficializzano l'accordo sulla fusione

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese. Oggi articoli di Echos, Figaro, Financial Times, Telegraph e Vanguardia

Psa e Fca annunciano l'accordo sulla fusione
Parigi, 18 dic - (Agenzia Nova) - Peugeot Société Anonyme (Psa) e Fiat Chrysler Automobiles (Fca) hanno annunciato questa mattina l'accordo che porterà alla fusione tra i due gruppi. Lo riferisce la stampa francese, spiegando che dall'intesa nascerà il quarto costruttore automobilistico al mondo. Il gruppo, che avrà sede nei Paesi Bassi, conterà più di 400mila dipendenti, con un volume d'affari di circa 170 miliardi di euro e 8,7 milioni di automobile vendute ogni anno. In un comunicato congiunto le due aziende affermano che questa unione porterà a “delle capacità di investimento rafforzate” capaci di “raccogliere le sfide di una nuova era di mobilità sostenibile”. John Elkann, attuale presidente di Fca, guiderà il nuovo gruppo mentre Carlos Tavares, presidente di Psa, sarà l'amministratore delegato. Nel comunicato si annuncia inoltre che la “la realizzazione della fusione” dovrebbe arrivare tra 12-15 mesi. 

 

Fusione tra Psa e Fca è la consacrazione di Tavares
Parigi, 18 dic - (Agenzia Nova) - La fusione tra Peugeot Société Anonyme (Psa) e Fiat Chrysler Automobiles (Fca) rappresenta la consacrazione di Carlos Tavares, presidente del gruppo francese di origini portoghesi, che sarà nominato amministratore delegato del futuro gruppo. Lo scrive il quotidiano francese “Le Figaro”, che descrive Tavares come un manager abile nella “tattica”. L'accordo con John Elkann, presidente di Fca è arrivato a ottobre al termine di un confronto che si è svolto a più riprese, con un incontro a inizio anno seguito da un secondo colloquio ad agosto. Il ministro dell'Economia francese Bruno Le Maire ha definito Tavares “un grande industriale” e il suo arrivo nell'azienda rappresenta una “opportunità” per Psa. Il manager portoghese ha lasciato la Renault nel 2013 per prendere in mano il comando di Psa in un momento di grande difficoltà per il gruppo. I suoi collaboratori lo descrivono come una persona rigida, a volte “brutale”, che ha portato all'interno di Psa una nuova visione e una nuova gestione. 

 

Continua a leggere l'articolo di Echos

Continua a leggere l'articolo del Figaro 

 

 

 

Atlantia riduce la sua quota in Aeroporti di Roma
Londra, 18 dic - (Agenzia Nova) - Atlantia si prepara a vendere una quota significativa di azioni di Aeroporti di Roma (AdR), società che gestisce gli scali aerei di Fiumicino e Ciampino. Inoltre, il gruppo parte della holding Edizione della famiglia Benetton potrebbe ridimensionare anche le sue partecipazioni internazionali nel settore delle autostrade. Lo riferisce il quotidiano britannico "Financial Times", secondo cui Atlantia starebbe rivedendo l'intero quadro delle sue attività per far fronte alle conseguenze del crollo del viadotto sul Polcevera a Genova. A seguito del disastro, Atlantia è al centro di intense polemiche in Italia ed è in rotta di collisione con il governo. Il gruppo progetta, dunque, di vendere il 49 per cento delle azioni di AdR, di cui intende mantenere il controllo. Quanto ad Autostrade per l'Italia, la controllata di Atlantia che gestisce circa la metà della rete autostradale italiana, secondo il "Financial Times" la famiglia Benetton starebbe considerando l'idea di separare le attività in Italia da quelle all'estero. Tuttavia, il "Financial Times" fa notare che questo piano è di difficile attuazione a causa della struttura del debito di Autostrade per l'Italia, che in parte è garantito da Atlantia.

Continua a leggere l'articolo del Financial Times 

 

Perché il calcio non capisce il problema del razzismo
Londra, 18 dic - (Agenzia Nova) - Il quotidiano britannico "The Telegraph" esamina il fenomeno del razzismo nel calcio italiano a partire dalle polemiche suscitate dai manifesti con i volti di tre scimmie malauguratamente scelti dai vertici della Serie A per lanciare una campagna contro la discriminazione razziale. Secondo il "Telegraph", l'incidente comunicativo è solo l'ennesimo episodio che dimostra come il calcio italiano, dominato dalla tradizione e dalla prevalenza del tifo ultras, proprio non riesca a capire il problema del razzismo. Per il "Telegraph", l'unica soluzione è quella che gli attuali dirigenti della Serie A proprio non vogliono adottar, ossia porre ai vertici persone con un diverso retroterra etnico.

Continua a leggere l'articolo del Telegraph 

 

Andrea Iannone sospeso per doping
Madrid, 18 dic - (Agenzia Nova) - La Federazione internazionale del motociclismo (Fim) ha annunciato ieri, 17 dicembre, la sospensione provvisoria del pilota italiano di MotoGP Andrea Iannone, per un risultato negativo in un controllo antidoping condotto in Malesia il 3 novembre scorso. L'analisi del campione ha rilevato la presenza nel corpo del pilota italiano di "steroidi androgeni anabolizzanti esogeni", una sostanza proibita. Per questo motivo la Fim ha proceduto alla sospensione provvisoria del pilota Aprilia, che ha il diritto di richiedere l'analisi del campione "B".

Continua a leggere l'articolo di Vanguardia

Di più su questi argomenti: