cerca

I leader sovranisti si riuniscono a Praga. Senza Salvini

La rassegna della stampa internazionale sui principali fatti che riguardano da vicino il nostro paese

26 Aprile 2019 alle 09:37

I leader sovranisti si riuniscono a Praga. Senza Salvini

Da sinistra Tomio Okamura, Marine Le Pen e Geert Wilders (foto LaPresse)

Italia-Ue: Moavero Milanesi chiede di prepararsi a un aumento degli sbarchi dalla Libia

Madrid, 26 apr - (Agenzia Nova) - La crisi in Libia porterà a un aumento esponenziale dei flussi migratori verso l'Europa. Ne è convinto il ministro degli Esteri e della Cooperazione internazionale, Enzo Moavero Milanesi, che, secondo quanto riferisce il quotidiano spagnolo "La Vanguardia", ha chiesto alle istituzioni dell'Ue di prepararsi al peggio. "Nei giorni scorsi ho scritto alla Commissione europea perché si tenga pronta nel caso si dovessero verificare flussi consistenti e improvvisi di migranti dalla Libia", ha affermato il capo della diplomazia italiana dopo aver incontrato a Roma, lo scorso 24 aprile, l'inviato speciale delle Nazioni Unite per la Libia, Ghassan Salamè. Dello stesso avviso anche il primo ministro del governo di accordo nazionale libico Fayez al Sarraj che, nella scorsa settimana, ha avvertito della possibilità che circa 800.000 persone siano pronte a partire dalla Libia alla volta dell'Italia. 

Continua a leggere l'articolo della Vanguardia

  


  

Ue-Italia: i leader sovranisti si riuniscono a Praga senza Salvini

Madrid, 26 apr - (Agenzia Nova) - A meno di un mese dalle elezioni europee del 26 maggio, i leader dei partiti populisti e di estrema destra europei si sono riuniti ieri 25 aprile, a Praga, per rafforzare il coro di critiche contro l'Ue. Alla manifestazione, promossa dal leader del partito ceco Libertà e democrazia diretta (Spd), Tomio Okamura, hanno partecipato, fra gli altri, la presidente del Rassemblement National, Marine Le Pen, e Geert Wilders, che guida il Partito per la libertà olandese (Pvv). Tra i grandi assenti è spiccato il nome di Matteo Salvini, il leader della Lega che ha fondato l'Alleanza europea dei popoli e delle nazioni (Aepn), gruppo della destra euroscettica al prossimo Parlamento europeo. Secondo il quotidiano spagnolo "El Mundo", la decisione di Salvini di non partecipare all'incontro e limitarsi a inviare un videomessaggio è stata una sorta di "vendetta" per le diserzioni registrate in occasione del recente vertice da lui organizzato a Milano per la fondazione di Aepn, in cui sono intervenuti solo i politici di seconda fila. Okamura, invece, visti il suo basso profilo e l'impossibilità di fare ombra ad altri leader, è riuscito ad attirare nomi importanti come Le Pen e Wilders. "El Mundo" fa notare quindi che la riunione di ieri dimostra quanto sia poco compatto il blocco della destra euroscettica a causa della latente rivalità per la leadership.

Continua a leggere l'articolo di El Mundo

 


 

Italia-Germania: dall'Asse all'alleanza tra Lega e AfD

Berlino, 26 apr - (Agenzia Nova) - Il quotidiano tedesco “Der Tagesspiegel” si chiede se lo spostamento a destra dell'Italia con l'ascesa della Lega possa essere presto seguito da un simile sviluppo anche in Germania con l'affermazione di Alternativa per la Germania (AfD). Nei due paesi che componevano l'Asse, accomunati dal passato delle dittature fascista e nazionalsocialista, avanzano infatti due partiti della destra populista euroscettica e xenofoba. In vista delle elezioni europee di maggio prossimo, Lega e AfD si sono unite con altre formazioni della destra anti-Ue di alcuni paesi membri dell'Unione europea nell'Alleanza europea dei popoli e delle nazioni (Aepn). Un legame che verrà ribadito dalla manifestazione che Aepn terrà a Milano il 18 maggio prossimo, cui parteciperanno il leader della Lega Matteo Salvini, la presidente del Rassemblement National, Marine Le Pen, e il copresidente di AfD, Joerg Meuthen, alle europee capolista del partito che raccoglie consensi anche tra gli ambienti estremisti.

Continua a leggere l'articolo di Der Tagesspiegel

 


 

Italia: il neofascismo degli Irriducibili Lazio, “quando la provocazione diventa insulto”

Monaco di Baviera, 26 apr - (Agenzia Nova) - Prima della semifinale di Coppa Italia tra Milan e Lazio, disputata a Milano il 24 aprile scorso, un gruppo degli Irriducibili, ultrà della squadra romana, in trasferta nel capoluogo lombardo ha esposto in piazzale Loreto uno striscione con la scritta “Onore a Benito Mussolini”. I tifosi hanno, inoltre, inneggiato al Duce con il rito del “presente” e hanno compiuto saluti romani. Avvenuto alla vigilia della festa della liberazione nel luogo dove vennero esposti i cadaveri di Mussolini, della sua amante Claretta Petacci e dei gerarchi fascisti fucilati a Dongo dai partigiani il 28 aprile 1945, l'episodio ha provocato notevole irritazione in Italia, scrive il quotidiano tedesco “Sueddeutsche Zeitung”. Per il quotidiano “Corriere della Sera”, quella degli Irriducibili è “una provocazione che diventa insulto”. Sul gesto degli ultrà della Lazio, la Digos di Milano e Roma indaga, intanto, per “manifestazione fascista”. L'inchiesta è coordinata dal capo del Dipartimento antiterrorismo della Procura di Milano, Alberto Nobili.

Continua a leggere l'articolo del Sueddeutsche Zeitung

 


 

Italia: Sarno revoca cittadinanza onoraria a Mussolini

Mosca, 26 apr - (Agenzia Nova) - Nella giornata di ieri 25 aprile, in occasione delle celebrazioni per il 74mo anniversario della Liberazione dal fascismo e dall'occupazione tedesca, la giunta comunale di Sarno, in provincia di Salerno, ha deciso all'unanimità di revocare la cittadinanza onoraria concessa a Benito Mussolini. Sarno è la città natale del politico antifascista Giovanni Amendola, deceduto nell'aprile del 1926 per le lesioni riportate durante un'aggressione da parte dei fascisti. "Non possiamo, vivendo nella città di Giovanni Amendola, avere come suo cittadino onorario il responsabile della sua morte", ha affermato il sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora.

Continua a leggere l'articolo della Parlamentskaja Gazeta

  


 

Italia: nel quarto trimestre 2018 debito pubblico in aumento

Madrid, 26 apr - (Agenzia Nova) - Con Grecia e Cipro, l'Italia compone il trio di unici paesi dell'Unione europea ad aver registrato un aumento del debito pubblico nel quarto trimestre del 2018, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. E' quanto emerge dai dati diffusi dall'Ufficio statistico dell'Unione europea (Eurostat) che, per quanto riguarda il resto degli Stati membri dell'Ue, segnalano la tendenza a una generale diminuzione del disavanzo. Secondo i dati di Eurostat, riportati dal quotidiano spagnolo "Expansion", da ottobre a dicembre dello scorso anno, il debito pubblico di Cipro è aumentato di 4,8 punti, fino al 102,5 per cento del Pil, quello della Grecia è invece cresciuto di 5 punti, fino al 181,1 per cento del Pil e infine quello italiano è lievitato dei 0,8 punti, raggiungendo il 132,2 per cento del Pil.

Continua a leggere l'articolo di Expansion

 


  
  
Italia: l'esercito chiamato a potare gli alberi malati di Roma

Londra, 26 apr - (Agenzia Nova) - Dovendo affrontare montagne di spazzatura non raccolta, strade piene di buche e autobus che vanno a fuoco, la sindaca di Roma, Virginia Raggi, è in grave difficoltà e ora si rivolge all'esercito per far fronte ad un altro rischio, gli alberi malati che minacciano di cadere. Lo scrive oggi il quotidiano britannico "The Times", a commento dell'accordo concluso da Raggi con il ministero della Difesa. In base all'intesa, sarà un generale dell'esercito a guidare il Servizio giardini del Comune di Roma per la prima campagna di potatura degli alberi dopo tanti anni.

Continua a leggere l'articolo del Times

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi