cerca

il figlio

Cari genitori, mio fratello a differenza vostra non si lamenta mai

Una vita meno borghese e più essenziale, in cui si sparecchia solo una volta a settimana

1 Maggio 2020 alle 06:05

Cari genitori, mio fratello a differenza vostra non si lamenta mai

Foto Pixabay

Cara mamma, caro babbo, sono ormai due mesi che stiamo chiusi in casa, noi quattro e il cane, e anche se non è stato sempre facile non ne ho fatto una questione pubblica, io. Non ne ho mai scritto sui giornali, ad esempio, e sai mamma non ho mai raccontato a nessuno, tranne che alle mie amiche in chiamata video, che certe sere ti misuravi la febbre dieci volte in dieci minuti e sospiravi perché avevi 36.7, e subito dopo...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Annalena Benini

Annalena Benini

Nata a Ferrara nel 1975, laureata in Legge, è al Foglio dal 2001. Scrive di costume, di persone, di libri e di quello che succede. Cura per il Foglio un inserto settimanale, Il Figlio, che esce ogni venerdì. Vive a Roma, è sposata e ha due figli.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • leless1960

    06 Maggio 2020 - 11:23

    Bellissima cosa, la libertà, per questo tutti ci aspirano, particolarmente i ragazzi. Mentre ero ragazzo, mi ritrovai orfano e libero d'improvviso, a vent'anni. Libero di scimmiottare Bukowsky e di lavare i piatti una volta a settimana. A cambiarmi le pretese di libertà furono le blatte, che avevano iniziato e colonizzare il lavandino e di cui mi accorsi solo grazie al fatto che i piatti, stranamente, si muovevano da soli.

    Report

    Rispondi

Servizi