cerca

Voglia di una sinistra “smart”

Il governo ombra di Starmer a Londra. La mano tesa di Biden a Washington. Per la prima volta l’unità di sinistra ha una regia

Paola Peduzzi

Email:

peduzzi@ilfoglio.it

11 Aprile 2020 alle 06:09

Voglia di una sinistra “smart”

Keir Starmer (foto LaPresse)

Milano. Ieri il nuovo leader del Labour britannico, Keir Starmer, ha finalizzato il suo governo ombra, che è la sintesi esatta della promessa fatta durante la corsa per la leadership: unire il partito. Gli esponenti più radicali della stagione corbyniana sono stati sostituiti con alcuni politici noti – Ed Miliband su tutti, già sconfitto dai Tory nel 2015 – e da altri molto meno, ma con le idee chiare e due obiettivi: superare l’ormai logora dicotomia Corbyn-Blair e proiettare il...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Paola Peduzzi

Paola Peduzzi

Scrive di politica estera, in particolare di politica europea, inglese e americana. Tiene sul Foglio una rubrica, “Cosmopolitics”, che è un esperimento: raccontare la geopolitica come se fosse una storia d'amore - corteggiamenti e separazioni, confessioni e segreti, guerra e pace. Di recente la storia d'amore di cui si è occupata con cadenza settimanale è quella con l'Europa, con la newsletter e la rubrica “EuPorn – Il lato sexy dell'Europa”. Sposata, ha due figli, Anita e Ferrante. @paolapeduzzi

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • Skybolt

    11 Aprile 2020 - 11:21

    Evviva, è tornato l'Ulivo Mondiale! P.S. Ma la sinistra unita coordinata non c'era già con Blair? E' vero che "a long long time ago" (cit.)

    Report

    Rispondi

Servizi